Municipio V: rinviata la risoluzione per la chiusura del campo rom Salviati

Intanto il presidente Boccuzzi non ha ancora risposto all'interrogazione di Belluzzi su: rimozione rifiuti in via Sansoni, fogna del campo rom e titolarità dei terreni
Alessandro Moriconi - 19 Gennaio 2019
Abitare A Speciale

Nella seduta del Consiglio del Municipio Roma 5, giovedì 17 gennaio 2019, era all’OdG la proposta, avanzata dai consiglieri di maggioranza, di una Risoluzione per impegnare il Sindaco ad attivare la Giunta comunale e gli uffici competenti per emettere una Ordinanza contingibile (di necessità, n.d.r.) e urgente di chiusura definitiva del Campo rom Salviati.

La richiesta fa riferimento all’art. 11 comma 2 e 3-quatter della legge 48 del 18/4/2017 “Tutela e Salute pubblica“ (il cosiddetto decreto Minniti per la Pianificazione dell’azione di concerto con la Prefettura Roma Capitale).

Forse per problemi tecnici la risoluzione è stata ritirata e sarà messa all’ordine del giorno del consiglio di giovedì 24 gennaio, forse – dicono gli ottimisti – per avere in aula la stessa Sindaca Virginia Raggi e qualche componente della Giunta.

La bomba ecologica tra via Salviati e via Sansoni

Ormai la situazione di via Salviati e di via G. Sansoni, con le frequenti chiusure al traffico a causa del perdurare della fuoriuscita di liquami dalle fogne del campo e delle tonnellate di rifiuti continuamente incendiati è mai eliminati, costruiscono una vera e propria bomba ecologica che rappresentano un elevato pericolo per la salute pubblica di migliaia di Cittadini, che imporrebbe anche l’intervento del Ministro dell’Ambiente.

Purtroppo, la chiusura continua della strada, la non eliminazione dei rifiuti sui marciapiedi e i roghi con fumi tossici che ormai ammorbano l’aria tutti i giorni, ha sfiancato la cittadinanza fino alla perdita di fiducia.

Sensibilità diverse nella maggioranza 5Stelle

Purtroppo anche all’interno della maggioranza municipale ci sono sensibilità diverse, quasi a non voler dare ulteriori problemi al Campidoglio già da tempo “sotto botta“ per problemi che vanno dalle buche, al verde, ai rifiuti … per finire al trasporto pubblico.

Senza risposta l’interrogazione di Christian Belluzzo

Dobbiamo anche dire che a tutt’oggi non ha trovato nessuna risposta l’interrogazione del 13 novembre 2018 con cui il presidente della Commissione lavori pubblici Christian Belluzzo chiedeva al Presidente Boccuzzi notizie circa la rimozione dei rifiuti su via Sansoni e soggetti a ripetuti incendi, sui lavori per la sistemazione definitiva della fogna e infine notizie sulla titolarità di proprietà dei terreni su cui da oltre un quarto di secolo è stato insediato un campo Rom tollerato, che risulterebbero, sembra, accatastati a privati.

Adesso non ci resta che aspettare la seduta del 24, ovviamente con lo scetticismo dovuto ad azioni dell’amministrazione fino ad oggi insignificanti rispetto ai problemi esistenti.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti