Risse “di fine anno” al campo nomadi di via Candoni

Augusto Santori (Pdl): “ancora problemi nel campo regolare della Muratella”
Enzo Luciani - 31 Dicembre 2012

“Al campo nomadi attrezzato di via Candoni sono tornati gli scontri tra opposte fazioni". Dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del Municipio XV. "Stavolta si tratta di risse di fine anno che hanno visto per tutta la giornata di ieri e per l’altra notte gli uomini del XV Gruppo della Polizia Locale di Roma Capitale impegnati nel riconoscimenti dei responsabili e soprattutto nel sedare gli animi surriscaldati”.

“Queste risse, a dire il vero divenute una costante nel tempo, in particolare tra la componente bosniaca e quella romena che abitano il campo, rappresentano ancora una volta il degrado che si vive in uno di quelli che doveva essere il campo modello di Roma. Ma nessun cittadino dimentica che all’interno di Via Candoni sono stati trovati nel tempo armi, droghe, macchine di rilevante cilindrata, furgoni senza assicurazione, refurtiva varia. Nel piano nomadi ci saremmo aspettati anche uno snellimento delle presenze all’interno di questo campo, che è utile ricordare ha ospitato i nomadi sgomberati dal campo di Casilino 900, ma proprio sul piano nomadi giace oramai un punto interrogativo di dimensioni impressionanti”, prosegue la nota di Santori.   “Ringrazio il Comandante dei vigili Lorenzo Botta per il continuo monitoraggio del luogo – conclude Santori – anche perché evidentemente le associazioni che dovrebbero occuparsi del campo, retribuite da Roma Capitale, evidentemente non riescono a far fronte a tale situazione, molto spesso dai connotati esplosivi. Spero che a breve sia il Dipartimento Politiche Sociali e ancor meglio il Sindaco Alemanno a venire incontro a quelle che sono le esigenze del nostro territorio: più uomini al XV Gruppo, potenziamento degli obiettivi dei vigili sulla questione rom e decoro, trasferimento dei rom in altri campi e rimpatrio per chi non ha diritto a permanere sul suolo italiano”.  

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti