Ritornano le spoglie di Don Bosco

Il 30 aprile centinaia nel quartiere romano e nella basilica a lui consacrata, dopo 50 anni
di Maria Giovanna Tarullo - 1 Maggio 2009

Giovedi 30 aprile 2009 centinaia di fedeli hanno atteso il ritorno delle spoglie di Don Bosco tornate nel quartiere romano dopo 50 anni. Le spoglie sono state accolte con un grande festa di quartiere dedicata al cinquantesimo compleanno della Basilica consacrata al santo torinese, che dal 30 aprile al 5 maggio ospiterà l’urna del santo. La stessa urna, con le spoglie mortali di Don Bosco, dopo la tappa romana, compirà un ‘pellegrinaggio’ in tutto il mondo, prima del 2015, anno del bicentenario della nascita del fondatore del’ordine dei salesiani. Insieme ai giovani, che hanno festeggiato con cori e palloncini colorati e agli adulti, al movimento giovanile e al gruppo degli scout, a salutare l’arrivo dell’urna, anche il presidente della Provincia, Nicola Zingaretti, accompagnato dall’assessore provinciale per le Politiche sociali, Claudio Cecchini.

In occasione del 50° anniversario della consacrazione della basilica di S. Giovanni Bosco al Tuscolano e dell’arrivo dell’urna di S. Giovanni Bosco, il Comune di Roma patrocina e sostiene i numerosi eventi promossi dalla Famiglia Salesiani fino al 3 maggio, proprio nel quartiere che ha preso il nome dal santo piemontese.

La manifestazione, che coinvolge anche 2 mila giovani del movimento giovanile salesiano, presenti a Roma per il I forum nazionale, avra’ il suo momento clou con lo spettacolo e la festa la sera del 2 maggio, ore 20,45, alla presenza del Sindaco di Roma, Gianni Alemanno a piazza S. Giovanni Bosco.

Il Campidoglio per l’eccezionalita’ dell’evento ha predisposto delle misure straordinarie: sono stati fornite ai giovani 1500 mappe di Roma, il servizio di Trambus per i trasferimenti notturni, 4 mila biglietti dell’autobus. L’Ama ha provveduto ad istallare per gli eventi in piazza S. Giovanni Bosco i bagni chimici e provvedera’ alla ripulitura e al ripristino dell’area, mentre la Croce Rossa Italiana e la Protezione civile della Capitale si occuperanno dell’assitenza ai cittadini.

"E’ un momento di festa e di memoria – spiega il sindaco Alemanno – per un quartiere di Roma, il Don Bosco, strategico per la nostra citta’. E’ l’occasione per ringraziare, a nome di tutti i romani, per quanto hanno fatto e stanno facendo i salesiani per Roma soprattutto per l’attenzione alle giovani generazioni".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti