Roma 7 mozzafiato, ora sola al secondo posto

Scontro di vertice quello tra gli All White and Red della Roma 7 Volley e la veterana compagine viterbese Egi CivitaCastellana, sconfitta al Tie Break dopo due ore e trenta minuti
di Giovanni Fornaciari - 27 Novembre 2012

Eccoci nella settima giornata di campionato, una rocambolesca partita, in cui i padroni di casa in vantaggio di due set a zero sono stati capaci di farsi raggiungere e poi vincere un Tie Break al cardiopalma. Scende in campo il sestetto base la cui regia è affidata a Giulio Morelli, opposto Perez, centrali Artibani e Tomei, martelli Rosati e Claudio Morelli, libero Balducci.

A disposizione dei coach Morelli-Lettieri: Lupo, Libanori, Scotti, Grippo e d’Alessio. Come in ogni Inizio partita la fase di studio la fa da padrona e al primo T.O. tecnico Roma è in vantagio 8-6. Il gioco è maschio, le due compagini si fronteggiano face to face con attacchi potenti aggirando il muro e altrettante difese insuperabili e precise per i rigiocare ognuna i propri schemi. La Roma 7, come nelle precedenti partite ha carattere, non teme il confronto, detta il ritmo di gioco e le battute sia quelle in salto che float si rivelano l’arma in più per i padroni di casa che vincono il primo set 25-22.

Nel secondo set il turbinio della palla è generato ancora dalle jump float di Rosati e Perez, insidiose e precise costringono la ricezione avversaria a raccolte difficili con un conseguente gioco scontato attentamente fermato a muro. Al secondo T.O. tecnico siamo 16 a 9 per Roma. Il Civitacastellana resta ferma a 9. Roma ora è brava in tutti i reparti, funziona in particolare la battuta, e quella di Giulio Morelli è una vera croce per il libero civitese. Gli ospiti non trovano il filo della matassa e il set finisce 25 a 20 per Roma.

Decathlon Prenestina saluta

“Conquistati due set ora possiamo gestire l’incontro….” così sembrano aver pensato i ragazzi del tecnico Morelli. Presto fatto. Nel terzo set dopo il primo T.O. tecnico Roma è sotto di un punto e pur mantenendo la concentrazione fa errori che la costringono dopo il 15 pari a rincorrere l’avversario. Il Set è avvincente e il pubblico ci guadagna in spettacolo. L’una squadra annulla l’altra poi il Civitacastellana allunga il passo, e sul 18 a 15. Mister morelli prova il doppio cambio, ma la Roma 7 ha perso verve, e stavolta cade lei sotto le jump flot degli avversari e lascia il set 25 a 20.

Il morale degli ospiti è alle stelle, capiscono che la Roma 7 ha abbassato la guardia, e forti di tecnica ed esperienza non si fanno scappare l’occasione. Così nel quarto set la partenza per i padroni di casa è subito difficile, costretti ad inseguire gli ospiti fino al 17 pari. Una rincorsa che ha dato la giusta scossa alla Roma 7 tanto da portarsi in vantaggio con Tomei che infila tre battute positive e siamo 20 a 17. Ma la compagine trejese non molla e recupera lo svantaggio. 20 pari. Quest’ennesima rimonta è un virus di sconforto per la Roma 7 che smette di crederci. Il CivitaCastellana è più fredda e sulle ali dell’entusiasmo vola per aggiudicarsi il quarto set 25 a 23.

Inizia il Tie Break, Roma è fuori assetto e va subito sotto 7 a 2. Ora anche la stanchezza entra in campo dopo due ore e quindici minuti di altissima intensità di gioco. Si cambia campo sul 8 a 4 per Civita. Mister Morelli e tutto il pubblico però non mollano, incitano la squadra. Ancora non va i padroni di casa sembrano aver tirato i remi in barca definitivamente e vanno sotto 11 a 6. Poi succede l’incredibile, tutto e il contrario di tutto. Roma recupera tre punti consecutivi grazie al muro e a due errori degli avversari e ne perde uno, siamo 12 a 9, la tensione è alta, e nelle file della Roma 7 è tornata la concentrazione e la battuta del matador Giulio Morelli che con cinque fendenti a filo nastro porta la sua Roma 7 in vantaggio 14 a 12.

Ora basta un errore dell’avversario, e così è. Dopo due ore e trenta minuti di gioco si chiude il Tie Break 15 a 13 e anche l’incontro 3 a 2 per i padroni di casa. “Partita difficile in cui i ragazzi hanno trovato subito la giusta chiave di lettura, peccato poi abbiano pensato che tutto sarebbe stato semplice” commenta il tecnico Morelli, “un’esperienza per la quale, ne sono certo, i ragazzi ne faranno tesoro”. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti