Roma 7 Volley vince a Civitavecchia e conquista il primo posto in classifica

Per niente scontato il 3-0 ottenuto poi dalle capitoline nel difficile campo della Comal
di Giovanni Fornaciari - 20 Novembre 2012

Alla vigilia della gara non era per niente scontato il risultato di 3-0 ottenuto poi dalle capitoline nel difficile campo della Comal Civitavecchia. I parziali raccontano l’andamento della partita, con il primo set concluso 25-19 per la Roma 7 che lo fa suo senza grandi difficoltà mettendo in campo, rispetto alle avversarie, un gioco di migliore qualità tecnica e tattica che consente di fare meno errori e quindi la differenza.

Diversa la storia dei due set successivi, comunque uguali tra loro, con la Comal che cerca di reagire con orgoglio e la Roma 7 che tende a gestire la partita. Si va avanti punto a punto, con fasi alterne e incerte. Sono le romane a prevalere, brave e determinate, dimostrandosi capaci di chiudere il punteggio a proprio favore gestendo le fasi finali con maggiore esperienza. Lo dimostrano i punteggi con cui si sono chiusi i set, rispettivamente, 26-24 il secondo e 27-25 il terzo.

Tirate le somme, alla sesta di campionato, con i risultati favorevoli degli altri campi, in particolare la vittoria del Cisterna con il Terracina, la Roma 7 balza al primo posto in classifica.

Laboratorio Analisi Lepetit

Il coach Di Stefano commenta : “Sono particolarmente soddisfatto per la vittoria con la Comal e riconosco sempre più il nostro vero valore nelle qualità umane e capacità tecniche del gruppo delle atlete, dello staff tecnico e dirigenziale che consente alla squadra che scende in campo di ottenere questi risultati. Abbiamo il morale alle stelle per il primo posto che ci da fiducia nei nostri mezzi per affrontare le prossime gare con squadre anche loro al vertice della classifica, come il Terracina, già da sabato prossimo. Stiamo lavorando bene e manteniamo sempre i piedi ben piantati in terra consapevoli del campionato lungo e particolarmente equilibrato ed ora viviamo appieno il momento favorevole”.
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti