Roma allagata

La capitale messa in ginocchio dal maltempo. Un cingalese morto annegato nel proprio seminterrato
Enzo Luciani - 20 Ottobre 2011

Il 20 ottobre il maltempo è arrivato tutto insieme senza dare tregua ai romani. Interi quartieri allagati e senza corrente. Disagi e paura. Ne sa qualcosa una famiglia di largo Preneste liberata dall’acqua nel proprio appartamento. Non è andata bene, invece, per un giovane cingalese all’Infernetto. I Vigili del Fuoco hanno recuperato il suo corpo in un seminterrato. L’uomo è morto annegato dopo il violento nubifragio. I Vigili del Fuoco stanno cercando anche un altro anziano a Castelporziano che risulterebbe disperso.  

A causa del maltempo il servizio della tratta urbana della ferrovia Roma-Viterbo è fortemente rallentato e la stazione Euclide è chiusa per allagamento. Un tombino è letteralmente esploso a piazza di Porta Capena. Il livello dell’acqua tra la piazza e via delle Terme di Caracalla ha raggiunto l’altezza del parafanghi delle auto, che sono rimaste bloccate in mezzo alla carreggiata. Tre vetture ferne anche in via dei Cerchi, la strada che costeggia il Circo Massimo, e circolazione bloccata sia per le auto private sia per i mezzi pubblici. Alcuni automobilisti hanno tentato di uscire dall’invaso d’acqua procedendo contromano da Circo Massimo in direzione di Caracalla, ma sono poi stati costretti a fermarsi, peggiorando ulteriormente la situazione.

Alcune macchine in via delle Terme di Caracalla sono invece salite sui marciapiedi per evitare di rimanere bloccate. Identica situazione anche in via di San Gregorio, strada che da piazza di Porta Capena sale al Colosseo. Un lago in pieno centro Davanti alla Bocca della Verità, in pieno centro storico, gli automobilisti sono rimasti bloccati con le loro macchine in un vero e proprio "laghetto urbano". Problemi anche per chi è a piedi, con tanti marciapiedi sommersi sotto diversi centimetri d’acqua.Strade chiuse e traffico in tilt Secondo quanto comunica l’Agenzia per la Mobilità, nell’intero settore nord-ovest della Capitale (Cassia, Flaminia, Trionfale, Salaria) il traffico dei mezzi pubblici è fortemente rallentato. Nel settore sud, invece, via Andrea Mantegna è stata chiusa per una tubatura rotta.Metro B, chiuso un tratto Sulla linea del servizio metro B è stato disattivato il tratto tra Garbatella e Rebibbia ed è stato attivato il servizio sostitutivo, come ha fatto sapere l’Agenzia per la Mobilità di Roma. Strade chiuse e linee ferme In alcuni casi le strade sono state già interdette alla circolazione.

Il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha fatto sapere che chiederà al presidente della Regione Lazio Renata Polverini «il riconoscimento dello stato di emergenza e il conseguente riconoscimento dello stato di calamità naturale per l’agricoltura e la protezione civile».

Per informazioni o assistenza è attivo il numero verde della Protezione Civile di Roma Capitale per l’emergenza maltempo: 800.854.854

Alle 11 la situazione del traffico a Roma era la seguente:

Metro A: attiva tratta Battistini-Arco di Travertino: «Chiuse stazioni Termini, San Giovanni, Re di Roma, Colli Albani; Metro B: non attiva tra Garbatella e Policlinico. Attiva tra Garbatella e Laurentina e tra Policlinico e Rebibbia; Roma-Lido: non attiva tra Acilia e Colombo: ferrovia Termini-Giardinetti: aperta; ferrovia Roma-Viterbo: regolare, ma stazione Euclide chiusa, stazione La Celsa, direzione Roma chiusa. Per quanto riguarda invece bus e tram di Atac la situazione si presenta come segue: -linee tram 5 e 14 non attive tra Porta Maggiore e periferia per allagamento largo Preneste; -linea tram 19 non attiva tra Porta Maggiore e Centocelle per allagamento largo Preneste; -zona largo preneste ancora bloccata. Deviate o limitate linee 409 412 112 312 541 81 810 545; – zona Ponte Mammolo bloccata. Deviate o limitate linee 075 043 508 451 350 341 163 443 309 442; – Tiburtina allagato ponte Portonaccio, ulteriormente deviate linee 409 545 163 111 211 309 440; – via Cristoforo Colombo bloccata pressi Marco Polo. Linee 30 e 60 limitate; – 115 deviata a via Mameli; – 709/016 rallentati a Casalpalocco (fronte terrazze) per fango su sede stradale; -linea 671 deviata non transita via Mantegna. Per le linee periferiche di Roma Tpl la mattina ha fatto registrare molti stop per allagamenti e deviazioni: in particolare alle 11 la situazione è a causa dell’ allagamento del ponte Collatina all’altezza di via Longoni il capolinea di l.go Preneste sono bloccati. Dunque le linee 314, 543, 314 deviano, La linea 057 deve invece deviare per via Casilina, Torraccio di Torrenova, via Cambellotti, per poi riprendere il normale percorso».

Ore 13. La situazione sta progressivamente tornando alla normalità:

Adotta Abitare A

Tutte le vie consolari e le grandi arterie in entrata nella capitale sono state riaperte al traffico. Gli allagamenti determinati dalla grande massa d’acqua precipitata nell’arco di poche ore e’ quasi definitivamente riassorbita. Mezzi pubblici e privati possono dunque circolare con le dovute cautele per eventuali danni provocati dal nubifragio al manto stradale. Sono dunque regolarmente aperte e transitabili la Flaminia, la Pontina, la Magliana, la Portuense, la Tuscolana, l’Appia, la Laurentina, la Collatina, la Prenestina, la Tiburtina, la Trionfale, la via Boccea, l’Anagnina, la Casilina, la Salaria, la Bufalotta e la Cassia. Su alcune consolari, come la Salaria il traffico e’ molto intenso e si sono formate lunghe code. In campo tutta la polizia di Roma Capitale per fluidificare il traffico e i vigili del fuoco soprattutto per prestare soccorso a quanti si sono trovati in difficolta’ attraversando sottopossi allagati. Anche i servizi pubblicidi trasporto stanno tornando regolari. 

Ore 14.

L’assessore alla Mobilità, Antonello Aurigemma, dopo aver terminato un primo sopralluogo sulla linea A che ha ripreso il servizio, si è recato a piazzale Ostiense per cercare, insieme ai Vigili del Fuoco e alla Protezione Civile, di ripristinare il servizio sulla linea B che risulta ancora allagata.

Qui la situazione del traffico in diretta e qui la fluidità veicolare sul GRA.

<br>

Maltempo, polemiche per investimenti amministrazione
Ferrari (PD): "dove sono finiti i 2 mln per le caditoie stanziati a fine settembre?". Ghera: "in ultimi anni aumentati investimenti"

Maltempo, evento storico
Profeta: "un nubifragio di portata peggiore si era verificato solo nel 1953"

Nubifragio a Roma, Sesto municipio nel caos
Palmieri: "il Sindaco spieghi ai cittadini i perché di questa giornata"

Nubifragio: il Municipio VII tra i più colpiti della città
Comunicato stampa del Presidente Mastrantonio

L’Ama fortemente impegnata dall’alba a fronteggiare emergenza maltempo
I disagi dovuti alla straordinarietà delle precipitazioni


Maltempo, evacuate due scuole in XV municipio
Augusto Santori (PDL): “Chiamati genitori per riportare figli a casa”

Nubifragio, la reazione di Roma
Sel: "mai utilizzato macchinario per pulire le fogne"


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti