Roma Capitale aderisce a Paper week

La settimana del riciclo di carta e cartone con giochi e incontri digitali con le scuole. Coinvolti 5 istituti comprensivi di Roma: l’I.C. Via di Val Maggia, I.C. Carlo Levi, l’I.C. Via Pincherle, l’I.C Gian Battista Valente e l’I.C Martin Luther King
Redazione - 14 Aprile 2021

A partire dalla giornata di ieri, 13 aprile 2021, le scuole di Roma Capitale che hanno risposto positivamente all’iniziativa “Paper week – la settimana del riciclo di carta e cartone” si sfideranno insieme ad altre realtà associative dei Comuni aderenti sul tema delle buone pratiche di raccolta e del corretto riciclo dei rifiuti.

Gli studenti delle scuole primarie e secondarie sperimenteranno attraverso quiz, giochi e incontri digitali, organizzati direttamente sul sito di Comieco (Consorzio Nazionale Imballaggi a base Cellulosica), le proprie conoscenze sulla filiera del riciclo di carta e cartone approfondendo anche l’importanza dell’economia circolare grazie ai materiali di studio messi a disposizione direttamente sulla piattaforma.

La scelta di coinvolgere le scuole, soprattutto in questo particolare periodo di pandemia, significa continuare ad investire sull’educazione ambientale e su un futuro sempre più sostenibile. La risposta positiva degli studenti è un grande segnale di speranza e motivo di orgoglio per Roma Capitale. Voglio fare i miei complimenti agli studenti dell’IC di Via Pincherle, nel III Municipio, che ieri hanno vinto la prima giornata di quiz“, ha spiegato l’Assessora ai Rifiuti e al Risanamento Ambientale Katia Ziantoni.

I giochi e gli incontri digitali continueranno tutta la settimana e vedranno coinvolti 5 istituti comprensivi di Roma: l’I.C. Via di Val Maggia, I.C. Carlo Levi, l’I.C. Via Pincherle, l’I.C Gian Battista Valente e l’I.C Martin Luther King.

“La pandemia non può fermare la campagna di educazione ambientale, ci impone anzi una riflessione più attenta sul senso di responsabilità e sulla necessità di non sottovalutare gli impatti positivi che le buone pratiche hanno sull’ambiente e sulla qualità di vita dei nostri figli”, ha concluso Ziantoni.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti