Roma Capitale dona la cittadinanza onoraria a Malala Yousafzai

La quindicenne pakistana vittima di un attentato da parte dei Talebani perché impegnata a difendere il diritto allo studio
di M.G. T. - 27 Novembre 2012

Roma Capitale rende omaggio alla studentessa e attivista pakistana Malala Yousafzai conferendole la cittadinanza onoraria. La decisione di esprimere solidarietà alla figura di questa giovane donna che sta combattendo per rimanere in vita, dopo essere stata vittima di un attentanto da parte dei Talebani per aver dimostrato la volontà di ribellarsi alla legge che impedisce alle donne di studiare, è stata avanzata dalla Commissione delle Elette in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne. 

A ricevere l’onoreficenza per conto di Malala, l’ambasciatore del Pakistan, Tehmina Janjua. Nel paese della ragazza, ad un mese dall’attentato, il Presidente Pakistano Zardari ha voluto istituire “la giornata per Malala”. Una petizione affinché venga tutelato il diritto delle giovani donne a frequentare le scuole che è stata firmata in pochi giorni da oltre un milione di persone.

Anche il sindaco Gianni Alemanno ha firmato la petizione per il conferimento del Nobel a Malala Yousafzai, “la giovane pakistana che ha avuto il coraggio, a soli quindici anni, di difendere anima e corpo il diritto all’istruzione femminile”. L’adesione del Sindaco all’appello è “contro la sopraffazione di genere, in difesa dei diritti fondamentali e per un futuro di democrazia. Il mio vuole essere un sostegno pieno a quanti lottano per l’uguaglianza tra i sessi e per i diritti umani”

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti