Roma: carenza di Taxi, un problema cronico che urge risolvere

L'assessore capitolino Patanè: "Entro luglio bando per mille nuove licenze"

Roma, città eterna ricca di storia, cultura e fascino, si trova ad affrontare una crescente crisi del trasporto pubblico: una grave carenza di taxi.

Questa deficienza, evidente sia negli articoli di giornale che nelle testimonianze dei viaggiatori, dipinge un quadro allarmante della difficoltà della città di soddisfare le esigenze di mobilità dei suoi abitanti e turisti.

Numeri che Parlano: Una Città in Affanno

Con una popolazione di oltre 3 milioni di residenti e 15 milioni di turisti accolti nel primo semestre dell’anno, la flotta di taxi di Roma conta attualmente solo 7.962 licenze attive. A questo numero si aggiungono circa 1.000 licenze Ncc (Noleggio Con Conducente).

In confronto, Madrid, una città con un afflusso turistico simile, vanta 15.777 taxi, quasi il doppio di quelli di Roma.

Sebbene le tariffe dei taxi di Madrid siano leggermente più basse, il viaggio medio dall’aeroporto al centro città rimane paragonabile.

Parigi, metropoli europea rinomata per le sue strade vivaci e i suoi monumenti iconici, primeggia per la disponibilità di taxi con 19.124 licenze attive. Londra, con i suoi quasi 9 milioni di abitanti, segue a ruota con 15.127 taxi.

Berlino, con una popolazione paragonabile a Roma, gestisce una flotta di 8.100 taxi. Tuttavia, il numero di turisti a Berlino dovrebbe essere quasi la metà di quello della Città Eterna.

Barcellona e Bruxelles, nonostante le loro dimensioni più piccole, mantengono anche un’offerta di taxi rispettabile, con rispettivamente 10.521 e 3.250 veicoli.

Atene: Un Paradiso per gli Utenti di Taxi

In questo panorama europeo, Atene si distingue come un paradiso per gli utenti di taxi.

Con 13.760 taxi operativi giorno e notte, uniti a tariffe significativamente più basse rispetto ad altre grandi capitali, i taxi di Atene fungono da mezzo di trasporto efficiente e conveniente per navigare nella città e nelle sue aree circostanti.

La Risposta di Roma: Affrontare la Carenza

Riconoscendo la carenza di taxi, l’Assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Eugenio Patanè, sottolinea che “la città sta adottando misure concrete per risolvere il problema”. “Evidenzia la prossima pubblicazione di un bando pubblico a luglio, che aprirà la strada a 1.000 nuove licenze taxi e 2.000 autorizzazioni Ncc a Roma”.

Patanè elabora ulteriormente i piani della città per introdurre un sistema di “doppio turno”, aumentando effettivamente l’offerta di taxi del 30% entro il Giubileo del 2025.

Oltre alle Licenze: Richiesta di una Riforma Sistemica

Pur riconoscendo l’immediata necessità di ulteriori licenze, Patanè sottolinea l’importanza di una riforma completa del settore taxi. Egli sottolinea la necessità di modernizzare la legge obsoleta del 1992, sostenendo un quadro normativo in linea con le attuali realtà sia degli utenti che degli operatori di taxi.

itTaxi e Uri-Unione dei RadioTaxi d’Italia: Azione Immediata Necessaria

Loreno Bittarelli, Presidente di itTaxi e Uri-Unione dei RadioTaxi d’Italia, riecheggia l’urgenza della situazione, enfatizzando la necessità di un rilascio immediato di 300 licenze taxi. Punta al crescente malcontento tra residenti e turisti, come evidenziato dalle recenti lamentele sui social media dell’attrice Nancy Brilli e del corrispondente Reuters Crispian Balmer.

Conclusione: Una Città in Transizione

La carenza di taxi a Roma serve come un duro promemoria delle sfide affrontate da una città in transizione. Mentre la città sta adottando misure per affrontare l’immediata necessità di più taxi, una soluzione a lungo termine risiede in una riforma completa del settore.

Solo attraverso un quadro normativo modernizzato Roma può garantire un servizio taxi sostenibile ed efficiente che soddisfi le esigenze dei suoi residenti e dei milioni di turisti che la visitano ogni anno.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento