Roma celebra il bicentenario della nascita di Gogol’

Da ottobre a novembre numerose iniziative nella capitale per ricordare il drammaturgo russo
di Patrizia Miracco - 15 Settembre 2009

Dal primo ottobre alla fine di novembre una serie di iniziative, mostre, rassegne teatrali e cinematografiche, incontri e conferenze saranno in omaggio al grande scrittore e drammaturgo russo, Nicolaj Gogol’.

Il legame di Gogol’ con l’Italia e, in particolare, con Roma è sempre stato profondo, la considerava la nostra capitale come “la patria della sua anima”, il luogo dove la sua anima viveva prima ancora che (venisse) alla luce”.

Arrivò a Roma il 25 marzo 1837 e qui trascorse anni piacevoli ed intensi sia come scrittore, che come uomo, ritrovò se stesso.

E’ proprio vivendo Roma e lo spirito della Città eterna che lo scrittore russo realizza l’idea della purificazione e della resurrezione dell’uomo e della sua anima riportata nella prima parte del suo capolavoro letterario “Le anime morte”, pubblicato nel 1842.

Questo festival dedicato a Gogol’ è stato promosso e realizzato attraverso un lavoro congiunto tra il Ministero della Cultura della Federazione Russa e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali italiano. L’on. Francesco Maria Giro, Sottosegretario ai Beni e alle Attività Culturali, durante la conferenza stampa ha sottolineato che “la serie di iniziative dedicate a Gogol’ consentono di celebrare uno straordinario testimone della cultura mondiale… e di affermare la cultura valore di confronto tra due Paesi”.

Le manifestazioni avranno inizio il 1° ottobre con una conferenza stampa alle ore 11, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, “Che ne è stato del secondo volume delle Anime morte?” a cura di Jurij Mann. Sempre il 1° ottobre si aprirà la mostra “Gogol’ e Roma” curata da Natalia Kargapolova con centosessanta oggetti esposti al Pio Sodalizio del Piceni – Musei di San Salvatore in Lauro che si concluderà il 29 novembre. Il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo con “Nikolaj Gogol nelle illustrazioni di Sergej Alimov” metterà in mostra, fino alla fine di novembre, 42 disegni originali di Sergej Alimov ispirati alle opere gogoliane. Sempre dal 1 ottobre al 29 novembre partiranno due mostre ispirate alle opere teatrali, “Gogol’ – il Teatro – l’Avanguardia russa” e “Nikolaj Gogol’ nelle fotografie di Sapiro (1840 – 1900) alla Biblioteca Museo Teatrale del Bucardo della SIAE. Il teatro Valle il 1° e il 2 ottobre offrirà al pubblico lo spettacolo “Possidenti di Antico Stampo”, messo in scena dal Teatro d’Arte di Cechov di Mosca. L’Antico Caffè Greco il 30 settembre ricreerà l’atmosfera delle serate trascorse a Roma da Gogol’ con le pietanze romane che lui preferiva. Il Centro Sperimentale di Cinematografia nella Cineteca Nazionale, alla Sala Trevi dal 1° al 4 ottobre dedicherà una rassegna “Gogol’ e il cinema”. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti