Roma, Figliomeni (FDI): Esposto e commissione tecnico-istituzionale per debiti fuori bilancio

Redazione - 11 Aprile 2021

Abbiamo presentato un Esposto alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti, oltre che un’istanza urgente alla Sindaca Raggi, ai vertici dell’Amministrazione capitolina, nonché al Prefetto di Roma per chiedere l’istituzione, nel minor tempo possibile, di una commissione tecnico – istituzionale, composta da personalità competenti nelle materie giuridiche e contabili, tra cui anche l’Assessore al Bilancio, il Segretario Generale, il Direttore Generale, il Capo dell’Avvocatura e almeno cinque consiglieri designati dalla Conferenza dei Capigruppo al fine di effettuare un monitoraggio, effettivo e definitivo, sull’ammontare dei debiti fuori bilancio presenti in Roma Capitale anche per evitare un aggravarsi del danno erariale per l’Amministrazione.”

Lo dichiara Francesco Figliomeni consigliere capitolino di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.

“Già nel novembre 2020 – prosegue Figliomeni – l’Organismo di revisione economica finanziaria lanciava il suo ennesimo grido d’allarme lamentando il fatto che, in un solo anno e mezzo, gliene furono presentati per il relativo parere, ben 153 per un importo totale di oltre 66 milioni di euro e invitava l’amministrazione a predisporre e rendere operativa una struttura ad hoc per individuare le responsabilità che hanno portato ad un simile sfacelo sia riguardo ai gravi ritardi nei pagamenti e sia con riguardo all’alta percentuale di soccombenza nelle azioni legali. Nel corso della consiliatura, più e più volte, abbiamo rappresentato la patologia del sistema, sia in Assemblea Capitolina che in Commissione Bilancio, ma purtroppo nessuno della Giunta Raggi ha voluto adottare alcun cambio di rotta, né concreti provvedimenti volti a migliorare la situazione ed evitare danni erariali. Ma quello che è ancora più grave, e sta accadendo sempre più spesso con la Raggi, è che è stata completamente ignorata anche la mozione approvata dall’Aula Giulio Cesare che impegnava il Sindaco e la Giunta a valutare l’organo da costituire per operare ogni opportuno controllo, considerando l’ipotesi di una commissione di indagine. Pertanto riteniamo non più rinviabile l’istituzione di una Commissione che faccia chiarezza su questa vicenda perché ogni debito fuori bilancio significa meno risorse per il futuro della nostra città e per i servizi ai cittadini”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti