Roma, Figliomeni (FDI): “Salvaguardare l’immagine della capitale da stereotipi”

Redazione - 13 Giugno 2019

“La percezione dell’Italia all’estero e nello specifico di Roma, spesso può essere fuorviante in quanto intrisa di falsi stereotipi, infatti anche se l’Italia e Roma sono percepite come il più grande contenitore a livello mondiale di opere d’arte e di cultura, con attrattive naturali senza pari, gli stranieri ci percepiscono come un popolo tutto dedito ai piaceri. Esiste infatti una attrazione “fatale” per il nostro Paese, ma è del tutto superficiale. L’Italia poi non riesce a proteggere in maniera rigorosa e adeguata i propri beni “made in Italy”, in particolar modo nella sfera della gastronomia, lo dimostra il fatto che in tutte le grandi metropoli estere ci si imbatte in maniera sempre più massiccia in pseudo ristoranti italiani che propinano menù i cui nomi delle portate e le portate stesse sono contraffatti e dove figurano fotomontaggi con il Colosseo ricoperto di spaghetti e polpette al ragù o divinità italiche alla guida di una biga con delle polpette infilzate su una lancia.

“Proprio perché siamo stanchi di questi insani pregiudizi e falsificazioni, abbiamo predisposto una mozione avente come oggetto delle iniziative volte alla tutela dell’immagine di Roma nel mondo, impegnando il Sindaco ad attivarsi presso il Governo italiano per una formale protesta presso l’ambasciata americana in Italia al fine di salvaguardare la nostra immagine utilizzata in maniera impropria da una catena di ristoranti statunitense; di attivarsi presso la Comunità Europea per mettere in atto tutte le azioni necessarie e firmare un protocollo con diversi Stati che sancisca il rispetto della cultura italiana, un modello che può essere messo in pratica anche per la cultura degli altri Paesi; di dare mandato all’Avvocatura Capitolina per richiedere il risarcimento dei danni d’immagine alla catena di ristorazione “to Buca di Beppo”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea capitolina.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti