Roma, Figliomeni (FDI) su giochi inclusivi e guasti a metro Furio Camillo

Redazione - 10 Febbraio 2020

Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina, interviene con due distinte note sui temi dell’accessibilità dei parchi romani e giochi inclusivi e sui guasti alle scale mobili della stazione metro Furio Camillo.

 

“Predisposta delibera per accessibilità parchi e giochi inclusivi”

“Abbiamo predisposto – afferma Figliomeni – una nuova delibera per rendere accessibili i parchi pubblici sin dall’ingresso oltre che i percorsi interni e dotare le aree verdi di giochi inclusivi al fine di essere utilizzati anche dai bambini con disabilità sia motoria che sensoriale, con rampe al posto delle scale, percorsi tattili, scivoli a doppia pista, accorgimenti particolari per i ragazzi affetti da disturbi dello spettro autistico, in modo da dare piena attuazione al disposto delle Convenzioni Onu sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e delle persone con Disabilità. La nostra richiesta è volta a far installare almeno una nuova area ludica inclusiva per ogni municipio e, in attesa di adeguare prima possibile anche le aree gioco esistenti, cercare di avvalersi di sponsorizzazioni e atti di liberalità, oltre che partecipare a bandi europei nazionali e regionali, per sopperire alla cronica mancanza di risorse. Occorrerà altresì che l’Amministrazione coinvolga, sin dalla fase iniziale della progettazione delle nuove aree ludiche, anche gli Ordini professionali degli architetti ingegneri e geometri, oltre che le maggiori Associazioni e Consulte che si occupano di disabilità, in modo che ci sia un cambio totale di cultura su questa tematica. Ci auguriamo, però, che il M5s abbia imparato la lezione ed approvi velocemente il provvedimento visto che alcuni anni fa aveva bocciato un’altra proposta analoga del sottoscritto che aveva ricevuto i pareri favorevoli di tutti gli uffici competenti e delle commissioni capitoline che peraltro sono sempre a guida 5 Stelle”.

 

“Alla fermata Furio Camillo si rompono le scale”

“Ennesimo guasto nelle metropolitane romane, questa volta è il caso della fermata Furio Camillo, dove uno dei gradoni della scala mobile è ceduto domenica. Fortunatamente nessun ferito, un vero colpo di fortuna visto che ieri molti cittadini in concomitanza della domenica ecologica si sono spostati proprio in metropolitana, ma l’aspetto surreale è che proprio alcuni giorni prima c’era stato un collaudo presso le scale mobili di questa fermata. La situazione generale delle metropolitane romane non è incoraggiante, basti pensare a precedenti illustri come le chiusure molto lunghe dello scorso anno da piazza della Repubblica a piazza di Spagna a causa dell’incidente che avevano provocato diversi feriti tra i tifosi  russi del Cska Mosca, per non dimenticare la fermata Barberini che tra scale mobili rotte, collaudi flop e lavori da rifare è rimasta chiusa circa per circa un anno. E’ inutile sottolineare che sia Barberini che Furio Camillo fanno parte dello stesso appalto, quello del giugno 2017 che Atac assegna a chi ha presentato un ribasso di oltre il 49% sul prezzo di partenza. Una vergogna targata M5s che non riesce più a gestire la città, lasciando i cittadini a vivere in situazioni di grande criticità”. Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vicepresidente dell’Assemblea Capitolina.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti