Sport  

Roma – Inter: 1-1, Totti e Palacio firmano il pari

Le pagelle di Gianluigi Polcaro
di Marco Maestà - 21 Gennaio 2013
Lo scontro di campionato tra  Roma ed Inter finisce in parità ed il risultato alla fine sembra giusto, con i giallorossi che dominano nel primo tempo, mentre i nerazzurri escono fuori alla distanza. Le due squadre si danno battaglia soprattutto nel primo tempo, quando l’inerzia della gara è dalla parte dei padroni di casa. La Roma parte forte come al solito e nella prima mezz’ora oltre al gol su rigore trasformato da Totti, colleziona molteplici occasioni , ma gli avanti capitolini mancano di lucidità sotto porta. Il centrocampo lavora innumerevoli palloni ma la serata di scarsa vena sia di Osvaldo che di Lamela non permette ai padroni di casa di raccogliere tutto ciò che seminano. I milanesi sembrano un pugile incassatore che fa sfogare il suo avversario per poi cercare di sorprenderlo all’improvviso. La tattica di Stramaccioni da i suoi frutti nel finale di prima frazione, quando Livaja spaventa gli avversari con un palo clamoroso e poi Palacio pareggia al termine di un’azione in percussione di Guarin. Nel secondo tempo le occasioni sono soprattutto per Piris e Osvaldo, mentre sull’altra sponda è Guarin a dominare il campo. Con il trascorrere del tempo le energie di ambedue le squadre cominciano a risentire dei supplementari di Coppa Italia sostenuti in settimana e lo spettacolo ne risente. La Roma continua ad attaccare ma senza  lucidità e l’Inter alla fine strappa un pari che dopo la prima mezz’ora sembrava addirittura miracoloso. In sintesi gli uomini di Zeman quando alzano i ritmi di gioco sono devastanti, ma finiscono la benzina troppo presto e permettono così agli avversari di uscire dall’Olimpico con un punto che alla fine appare anche meritato. Le pagelle di Gianluigi Polcaro

ROMA:

Goicoechea 5,5: Sempre reattivo, ma a volte impreciso nelle uscite e nelle ripartenze

Piris 6: Una presenza costante a supporto della manovra offensiva e bene anche nelle chiusure, ma nelle due occasioni in cui si è trovato sotto porta sbaglia di grosso il “match ball”

Marquinhos 7: Sontuoso. Riesce a chiudere con classe e inaspettata esperienza (per un 18enne) le varie ripartenze interiste. Ma, insieme al compagno Castan, non riesce a fermare l’avanzata del carro armato Guarin in occasione del gol

Castan 7: A parte l’episodio Guarin, anche lui sforna una prestazione eccellente fatta di interventi perfetti che danno sicurezza a tutta la squadra

Balzaretti 5,5: Tanta volontà, ma non riesce mai ad essere pericoloso in avanti

Bradley 6,5: A parte qualche errore di appoggio è il migliore del centrocampo giallorosso. Ottimo filtro e bravissimo nel riproporsi subito in avanti. Si procura il rigore con uno dei suoi inserimenti

De Rossi 6: Parte bene dirigendo con autorità il centrocampo. Poi si fa male e lascia il posto a Tachtsidis

Florenzi 5,5: Corre sempre a mille all’ora, ma sbaglia e tanto anche stavolta. Dopo un’ora, come sempre si spegne

Lamela 6: Parte male, non trovando gli spunti giusti e sprecando molte azioni interessanti. Poi nella ripresa si butta nella mischia e diventa più pericoloso, ma, nell’unica occasione in cui si libera per il tiro, Handanovic gli dice no

Osvaldo 5: Non sembra al top, arriva sempre un minuto dopo sulla palla e spesso viene pescato in fuorigioco. Anche se non si tira mai indietro, stavolta non è la sua giornata

Totti 6,5: Anche lui non era al top, ma riesce comunque a inventarsi qualcosa gestendo tanti palloni. Meglio ovviamente il primo tempo, fatto di assist e passaggi preziosi il tutto coronato dal gol su rigore. Cala vistosamente nella ripresa

45’ Tachtsidis 5: Il suo inserimento non è molto fortunato. Sbaglia tutti i passaggi possibili

68’ Perrotta 6: Riequilibra un centrocampo a corto di fiato e di idee. Ci mette la grinta e l’esperienza giusta

81′ Destro 6: Zeman lo inserisce quando Totti ha finito anche le bombole d’ossigeno. In pochi minuti è bravo però a dare maggior dinamicità alla manovra

All. Zeman 6,5: E’ costretto a rinunciare a Pjanic, ma De Rossi gioca. Con la miglior formazione possibile i suoi risultano lo stesso troppo inconcludenti sotto porta e anche sfortunati

INTER: Handanovic 6; Ranocchia 5,5, Chivu 5,5, Juan Jesus 7; Nagatomo 5 (56’ Obi 6), Zanetti 6, Gargano 5,5 (84′ Mudingayi s.v.), Pereira 5,5; Guarin 7,5; Livaja 7 (73′ Rocchi 5,5), Palacio 6,5. All. Stramaccioni 6

Arbitro: Orsato 6: Rigore generoso e troppi gialli per i capitolini. Il gol di Guarin potrebbe essere viziato da un fallo di avambraccio


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti