Roma. La Questura commemora il 20° della morte del Brigadiere Mario Viola

Redazione - 4 Gennaio 2020

Questa mattina 4 gennaio 2020 la Polizia di Stato ha ricordato il Brigadiere Mario Viola, “vittima del dovere”, esempio di coraggio e abnegazione per il suo lavoro.

A nome del Capo della Polizia, il Vice Questore Vicario di Roma dr.ssa Rossella Matarazzo ha deposto una corona sulla lapide posta all’interno del Commissariato San Giovanni, dove il Brigadiere prestava servizio.

Il Brigadiere, l’8 giugno 1973, comandato di servizio a bordo della volante del Commissariato “Porta San Giovanni” unitamente ad altro militare, fu informato via radio che in una gioielleria sita in via Magna Grecia era in corso una rapina; il Brigadiere Viola intervenne inseguendo e affrontando con determinazione i rapinatori in un conflitto a fuoco, nel corso del quale rimase gravemente colpito al torace. Soccorso dai colleghi giunti in ausilio, fu trasportato presso l’ospedale San Giovanni e sottoposto a delicato intervento chirurgico.

Le indagini svolte dalla squadra di P.G. del Commissariato, permisero di identificare ed assicurare alla giustizia gli autori della rapina Scarinci Paolo e Ragolia Vincenzo.

Il Brigadiere Viola, che non rientrò mai in servizio a causa delle gravi ferite riportate, è deceduto il 27.01.2000.

 

Roma,  4 gennaio 2020


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti