Roma non è a rischio Terremoto

Alemanno smentisce le notizie diffuse da alcuni giornali
Enzo Luciani - 10 Aprile 2009

In merito ad alcuni articoli di stampa apparsi in questi giorni circa il rischio sismico della città di Roma, il Dipartimento della Protezione civile del Campidoglio, dopo aver consultato il direttore del Dipartimento di Scienze geologiche dell’Università Roma Tre, Renato Funiciello, precisa quanta segue: 
Roma si trova al di fuori della fascia sismica che si estende lungo la dorsale dell’Appennino interessata dai terremoti di questi giorni e da cui può ricevere, come sta avvenendo, sollecitazioni di riflesso in parte mitigate dalle distanze dagli epicentri, comprese fra il 70 e i 100 km;

Roma può anche risentire dai terremoti prodotti dai Colli Albani, più vicini ma di energia molto più ridotta; 

sono esclusi gli sciami sismici, risentiti solo localmente e, in definitiva, rilevati in città solo dagli strumenti;

la parte superficiale della struttura geologica della città non risulta in nessun luogo interessata da strutture “tettoniche attive”, capaci, cioè, di produrre sismicità locale. Risulta, invece, costituita da strutture solide sia sulla riva destra (Montemario,Vaticano, Colli Gianicolensi) che su quella sinistra (piattaforma vulcanica tra l’Aniene e l’Eur);

in queste strutture si sviluppa il reticolo fluviale del Tevere e dei suoi affluenti che hanno riempito la valle di depositi alluvionali recenti, i quali si estendono per circa il 15% dell’area comunale e che, con diversa ampiezza, "scuotono" maggiormente l’area senza assumere però valori che possano realmente generare condizioni di pericolo.

Pertanto, le asserzioni in merito a una supposta identificazione cartografica di zone più o meno a rischio sismico è destituita di fondamento scientifico.

Il Campidoglio rende inoltre noto che, la prossima settimana, su iniziativa del sindaco di Roma, si svolgerà una riunione tecnica con tutte le massime autorità operanti nel settore al fine di intraprendere tutte le iniziative volte a scongiurare qualsiasi forma di rischio.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti