Categorie: Politica
Municipi: ,

Roma Regeneration Forum, confronto su nuovi modelli di sviluppo della città

Gualtieri: “Rigenerazione come strategia, necessità e opportunità”

Il confronto su nuovi modelli di sviluppo urbano ha animato il Roma REgeneration Forum, Una visione per la città del futuro, evento a cura di Fondazione ROMA REgeneration e Scenari Immobiliari, con i patrocini di Presidenza del Consiglio dei Ministri, Regione Lazio e Roma Capitale.

La Fondazione ha proposto un tavolo di lavoro permanente tra Governo, Regione e Comune per un’agenda concreta che abbia una visione al 2050, con obiettivi intermedi al 2030 e al 2040. Ha poi lanciato un concorso internazionale di idee per far emergere le possibilità urbanistiche, ambientali e culturali in diverse parti della città. “I progetti – ha commentato il Presidente Gianluca Lucignano – saranno poi a disposizione delle istituzioni che potranno usarli o meno“.

Positiva la risposta delle Istituzioni. Il Ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti – intervenuto con un video messaggio – ha confermato l’impegno del governo “al fianco della città e di chi si impegna per il suo sviluppo“.

Alle sue parole hanno fatto seguito quelle del Sindaco Roberto Gualtieri che ha sottolineato che la “rigenerazione a Roma è una scelta strategica, è una necessità ma anche un’opportunità”.

Una serie di fattori concorrono a rendere possibile questa trasformazione oggi – ha affermato il Sindaco – con un fortissimo livello di investimenti pubblici che concorrono a fare da leva a quelli privati, tra il Giubileo e il Pnrr. C’è una volontà forte da parte di tutti, anzitutto della nostra amministrazione per favorire questa stagione di trasformazione”.

Roma è la città delle opere incompiute, ma non è vero che non si possano portare a termine – ha dichiarato ancora Gualtieri ricordando i 13 miliardi di investimenti che l’Amministrazione sta utilizzando per rifare completamente le infrastrutture cittadine – Non è vero che oggi non si possano cambiare le cose, rimettendo in moto tanti progetti bloccati. Stiamo rifacendo la rete infrastrutturale della città, dalle strade al trasporto pubblico“.

Ho accolto con favore la nascita di una nuova realtà come la Fondazione Roma Regeneration che contribuirà a studiare la città, individuare opportunità di sviluppo e trovare soluzioni ai problemi. Roma sta vivendo una straordinaria stagione di investimenti e cambiamenti, una modernizzazione che non è data dalla semplice somma di migliaia di cantieri aperti, ma da una precisa idea di sviluppo caratterizzata dal ‘coraggio di scegliere’ per smettere di raccontare i problemi, come si è fatto negli anni scorsi e cominciare invece a risolverli. Una modernizzazione ‘giusta’, che parli a tutti i quartieri e tutti i cittadini, con investimenti diffusi, da Piazza Pia a Tor Bella Monaca, per permettere alla città di crescere tutta insieme.

Una città più giusta e inclusiva è una città non solo dove si vive meglio, ma anche più attrattiva e competitiva. In questo momento di grande fermento è fondamentale che la ‘città faccia sistema’ e cioè che sulle grandi questioni di fondo non si divida. Penso alla questione dei poteri da conferire alla città, o agli investimenti sulla mobilità, o alle nuove regole sulla la rigenerazione urbana. Su queste cose la politica deve restare unita e chiamare a raccolta tutte le forze vive della città, produttive e sociali, per fare un patto per Roma, un principio di stabilità e continuità sui grandi temi e progetti comuni.

Per questo il Sindaco Gualtieri e tutti noi abbiamo impostato la nostra azione sempre all’insegna di un grande rispetto istituzionale” ha dichiarato l’Assessore all’Urbanistica, Maurizio Veloccia, nel suo intervento presso l’Auditorium della Tecnica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati