Roma: “Situazione di criticità nei centri sociali anziani”

Redazione - 15 Febbraio 2020

“La Capitale ospita ben 150 centri sociali anziani che possono contare su un numero di circa 90mila iscritti con diverse problematiche ma, nonostante diverse nostre interrogazioni e mozioni,  l’Amministrazione grillina si disinteressa di questi luoghi di questi luoghi di aggregazione anche per i meno giovani. Le criticità presenti sono molteplici e necessitano di una soluzione risolutiva, a cominciare da un nuovo regolamento, fondamentale per il funzionamento di questi centri, la cui bozza giudicata dagli operatori del settore risulta peggiorativa di quella in vigore e riconferma incertezze e contraddizioni attualmente presenti. I CSA sono in totale abbandono tra alcuni dissidi interni, scarico di responsabilità tra municipi e uffici centrali, mancanza di regole gestionali unitarie, affidamenti annuali da erogare, degrado delle strutture che necessiterebbero di una manutenzione periodica, tutti aspetti denunciati dai coordinatori dei CSA dei municipi capitolini in una lettera mandata agli uffici comunali.

“Stiamo predisponendo a questo riguardo nuovi atti volti ad affrontare seriamente questa situazione e a sollecitare l’Amministrazione pentastellata a prendere provvedimenti immediati dopo aver sentito i diretti interessati, a cui deve essere offerto un servizio qualificato in grado di interpretare i bisogni delle persone. L’ormai consueto pressappochismo del M5s su un tema così delicato dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, che la compagine grillina sta distruggendo una realtà importante, luoghi di aggregazione volti a contrastare l’emarginazione nella terza età”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.

Fresco Market
Fresco Market

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti