Sport  

Roma-Udinese, le pagelle

di Gianluigi Polcaro - 29 Ottobre 2012

ROMA

Stekelenburg 6: Interventi provvidenziali, ma troppo incerto sul primo gol di Di Natale 

Piris 5,5: Soliti problemi con la linea del fuorigioco, peccato visti i primi buoni venti minuti

Marquinhos 5,5: Grande grinta, salva molto nel primo tempo, poi cede anche lui quando la linea mediana non argina le veloci ripartenze friulane

Castan 5: Leader nei primi venti minuti, poi anche lui non è più reattivo fino a provocare il rigore finale che mette ko la squadra

Dodò 6: Ottimo primo tempo. L’impressione al suo esordio in serie A, dopo un anno dall’infortunio, è buona. Nella ripresa è costretto a fermarsi per non sforzare il ginocchioche tende a gonfiarsi. Piedi sopraffini

De Rossi 5: Stavolta assiste poco Tachtsidis e non riesce a chiudere gli spazi sulla destra.Tracollo nella ripresa

Tachtsidis 4: Si vede poco nell’impostazione e con la Roma in affanno lui sparisce. Troppo lento per rincorrere i bianconeri che si inseriscono. Si fa espellere ingenuamente

Pjanic 5: Qualche guizzo, ma non riesce a fare i movimenti giusti non avendo il passo e la volontà del mediano. Esce stizzito

Lamela 6,5: E’ l’esempio di come Zeman si stia occupando personalmente di lui. Il giovane argenitno capisce quanto siano importanti gli inserimenti in verticale in area avversaria e corona i suoi sforzi con due gol. Bellissimo il primo a ingannare il portiere dopo una serpentina a fondo campo

Osvaldo 5: Tanto movimento nel primo tempo e sempre nel vivo dell’azione. Bello l’assist per il secondo gol di Lamela, ma troppi errori sotto porta. Nella ripresa si fiacca

Totti 5,5: E’ lui l’artefice del gioco romanista ispirando i gol giallorossi. Nella ripresa tanto sforzo per recuperare e ripartire, ma alla fine è costretto ad arrendersi pure lui

19’st Marquinho 5,5: Partita un po’ macchinosa e in affanno
26’st Florenzi 6: Due tre cose delle sue per sistemare la mediana di sinistra
37’st Destro s.v.

All: Zeman 5: Il primo gol preso è l’emblema di come i giocatori fatichino a capire le sue indicazioni. È pur vero che è quasi utopistico adottare quei movimenti in linea per fare fuorigioco su calcio piazzato davanti alla difesa

UDINESE Brkic; Angella (25’st Heurtaux), Coda, Domizzi; Faraoni (1’st Badu), Pereyra,
Allan, Lazzari, Armero (37’st Gabriel Silva); Maicosuel; Di Natale. All: Guidolin. 

LA CRONACA DI ROMA UDINESE


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti