Rotatoria La Rinascente a Bracciano, riprendono i lavori

Giunto il nulla osta del genio civile per l’intervento viario della Provincia di Roma
La Redazione - 11 Ottobre 2013

Via libera dal Genio Civile per i lavori della rotatoria all’incrocio della Rinascente all’intersezione tra via Braccianese e via Settevene Palo. “Entro fine mese – sottolinea l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bracciano Ivano Michelangelo – potranno così essere ripresi i lavori iniziati già da tempo. Si tratta di un intervento – dice ancora Michelangelo – interamente finanziato dalla Provincia di Roma e che ha avuto una sospensione a causa del ritardo con il quale il Genio Civile ha rilasciato il proprio nulla osta. L’auspicio è che i lavori proseguano speditamente in modo che la rotatoria possa essere resa fruibile nel più breve tempo possibile, garantendo lo snellimento della viabilità ad un incrocio cruciale per la circolazione dell’intero comprensorio”.

L’importo generale dell’opera ammonta a 850 mila euro. L’obiettivo è quello della “fluidificazione” e della “messa in sicurezza” dell’incrocio. Il progetto, inoltre, mira al miglioramento della viabilità lungo la Braccianese anche attraverso la messa in sicurezza degli ingressi al comprensorio La Rinascente e alla lottizzazione Prato Capanna che distano rispettivamente 180 metri e 130 metri circa dall’incrocio. La rotatoria di raggio esterno pari a 24 metri sarà posizionata in parte sull’attuale alveo di Fosso del Diavolo. L’intervento, così come è stato elaborato, prevede inoltre che l’andamento planivolumetrico delle strade, salvo opportune modifiche ove sarà possibile, resterà prevalentemente invariato.

L’intervento prevede la realizzazione di una rotatoria di tipo francese, l’adeguamento delle sedi stradali, una piattaforma stradale con caratteristiche idonee al traffico supportato senza significative modifiche del profilo piano-altimetrico esistente. Le corsie verranno portate a una dimensione omogenea di 3,50 metri e ove sarà possibile le banchine saranno portate a un metro.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti