Sabato 15 ottobre spedizione pulitiva alla Marranella

Nell'ambito del "Lalon International Festival 2011"
riceviamo e pubblichiamo - 4 Ottobre 2011

Come fai a vivere qui? mi ha chiesto un giorno un’amica venuta dell’Umbria. Passeggiavamo per via della Marranella destreggiandoci tra immondizie, escrementi di cane e cocci di bottiglia su marciapiedi che affiorano a malapena dal manto stradale, ridotti a un arcipelago di isole rappezzate in un oceano di macchine pronte ad inghiottirli. Come fai a vivere qui? mi ha ripetuto in attesa di una risposta che tardava ad arrivare. Mi sono fermata e, sollevando lo sguardo sulle facciate dei palazzi storici intrisi dell’incredibile varietà umana che si assomma da queste parti, ho risposto: “forse perché vedo questo posto come potrebbe essere invece che come è”. Già, come potrebbe diventare via della Marranella se fosse pulita, curata, liberata dall’accozzaglia di macchina che la soffoca, se ci fosse un criterio nell’anarchia degli esercizi commerciali aperti alla rinfusa, se offrisse punti di aggregazione, attività ricreative e culturali, se il cinema Impero la smettesse di essere il marchio del degrado?….”Sarebbe bellissima” ha risposto la mia amica, contagiata per un attimo dall’impeto visionario …..”architettonicamente potrebbe quasi competere con certe vie del Rione Monti” Il Rione Monti!?! A un’occhiata passeggera il paragone è improponibile: tra la Marranella bollata frettolosamente dai media come una potenziale banlieue metropolitana e una delle perle architettoniche del centro storico di Roma la distanza, ancor prima che in una manciata di km, si misura in anni di latitanza istituzionale e nella povertà di servizi a partire da quelli essenziali: pulizia, illuminazione, presidio del territorio. Come accorciare allora le distanze tra la terra di nessuno che è oggi la Marranella e la casa di tutti che vorremmo diventasse? Fortunatamente l’onda del riscatto è già partita, e proprio a due passi da qui, a Piazza Perestrello, nella provvidenziale bolla d’aria che fa da cruna a via della Marranella. A Piazza Perestrello, dove solo un anno fa c’era un cumulo di rifiuti ora c’è una piazza vera e si respira aria di legittima conquista, di riappropriazione degli spazi da parte dei tanti cittadini che quotidianamente vi si incontrano per parlare, per far giocare i figli o anche semplicemente per godere di un luogo all’aperto. Facciamo allora in modo che l’onda si propaghi. A piazza Perestrello nei giorni 14, 15, 16 ottobre l’Istituto Italiano di Cultura Bengalese organizza il “Lalon International Festival 2011”. Sarà una preziosa occasione per conoscere la cultura e la spiritualità del popolo bengalese e per rafforzare la vocazione della piazza di luogo di incontro tra le diverse culture dei cittadini che risiedono nell’area in modo da favorire la composizione di un’identità comunitaria ricca, articolata e dinamica.

Nell’ambito del festival:

Sabato 15 ottobre il Comitato Torpignattara e l’Istituto Italiano di Cultura Bengalese organizzano

LA PRIMA SPEDIZIONE PULITIVA ALLA MARRANELLA

Appuntamento ore 10 a Piazza Perestrello

Per partecipare sono sufficienti: una scopa, guanti e tanta buona volontà

Scegli di vivere in un quartiere migliore: non mancare!
 

di Valeria Garbati/Cdq Torpignattara


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti