Sabato 31 luglio via dei Fori Imperiali pedonalizzata e chiusa al traffico

Prima fase della sperimentazione. In futuro nuovo itinerario pedonale fino alla stazione Termini
Redazione - 26 Luglio 2021

Il prossimo fine settimana, sabato 31 luglio e domenica 1 agosto, via dei Fori Imperiali sarà interamente pedonalizzata e chiusa al traffico. Parte così la sperimentazione di Roma Capitale per estendere anche al sabato la pedonalizzazione della grande strada archeologica, come già avviene nei giorni festivi. La sperimentazione è prevista per l’ultimo fine settimana di ogni mese e in futuro andrà anche a comprendere un nuovo itinerario pedonale dai Fori al nodo centrale della stazione Termini.

Vedi anche nel sito di Roma Mobilità.

Francesco FIGLIOMENI elezioni comune di Roma 2021

“Diamo il via a questa sperimentazione come previsto dalla memoria approvata dalla Giunta Capitolina. Nostro obiettivo è procedere gradualmente verso la pedonalizzazione integrale di una delle aree di maggior valore storico e archeologico della Capitale, in vista della realizzazione di un unico ambito pedonale dai Fori alla stazione Termini”, dichiara la sindaca Virginia Raggi.

“Grazie a questa sperimentazione potremo anche testare le nuove alternative di viabilità e di tpl, con cui la città dovrà essere pronta per l’avvio dei cantieri dei tram e della metro C a Piazza Venezia. Ricordo inoltre che abbiamo previsto l’istituzione di una Consulta che seguirà tutte le trasformazioni urbane correlate alle opere di mobilità che interesseranno l’area estesa da Termini a Corso Vittorio, con al centro via dei Fori e piazza Venezia, da inquadrare in un unico e complessivo intervento di rigenerazione urbana”, aggiunge il vicesindaco con delega alla Città in Movimento, Pietro Calabrese.

 

 

Pubblicità elettorale 2021 amministrative Roma

Commenti

  Commenti: 1


  1. Così hanno ottenuto di separare completamente il centro storico dal resto della città. Mi sento trattata come parte di una sudditanza che bisogna tenere lontana dai palazzi del potere il più possibile. Noi popolo della periferia non siamo graditi. Stiamo qui alle prese con l’immondizia, i rom che sporcano e bruciano cavi elettrici per ricavarne il rame, che ci scippano, co i roghi causati dalla mafia dell’edilizia. Se qualcuno mi viene a dire che noi siamo cittadini…. (****). Noi siamo sempre più dei sudditi che vanno controllati e ricacciati nelle periferie che sono gestite da burocrati maleducati e parassitari che stanno lì a rubare lo stipendio invece di occuparsi dei problemi dei cittadini.

Commenti