“Salam è tornata” in Siria…

Salam è il nome di uno degli ibis della colonia di Palmira. Un libro di Gianluca Serra ne descrive la parabola ecologica
di Carla Guidi - 16 Dicembre 2016

salametornataGianluca Serra, biologo e ricercatore, autore del libro Salam è tornata, ha condotto le sue ricerche di ecologia comportamentale prima in Italia, poi in Cile e negli Stati Uniti a Berkeley. Si è lungamente occupato di conservazione della natura nei paesi in via di sviluppo e di cooperazione internazionale. A partire dal 2000, per dieci anni, si è trasferito nel deserto siriano ed in Africa orientale, con un incarico delle Nazioni Unite, per seguire il volo migratorio di un rarissimo volatile, considerato sacro dagli antichi egizi: l’ibis eremita.

In seguito allo scoppio della guerra civile in Siria si è spostato in Polinesia per studiare il manumea, un uccello tropicale incapace di volare, per lavorare al Programma Regionale Ambientale dell’Oceania. In questo libro è invece centrale la straordinaria scoperta dell’ultima colonia di Ibis eremita (Geronticus eremita) un uccello dall’aspetto favoloso e bizzarro, che si considerava estinto in quei luoghi da più di settant’anni. Se ne conserva un raro esemplare al Museo Civico di Zoologia di Roma che però purtroppo ha perso i colori iridescenti dell’animale vivo, in foto con la dott.ssa Marangoni (Curatore delle Collezioni Ornitologiche).

marangoni-con-ibis

Un libro interessante per la storia che racconta, ma anche emozionante nel suo affacciarsi su di un’altra cultura ed un altro paesaggio, dove le persone del luogo hanno sostenuto il biologo non solo con utili informazioni, ma anche con una cooperazione di fatto così entusiasta da definirsi amichevole. Salam (che in arabo significa pace) è il nome di uno degli ibis della colonia di Palmira ritrovata, così ogni volta che Salam tornava insieme ai suoi compagni di viaggio a riprodursi sulle rocce del deserto siriano, dopo la lunga migrazione annuale dall’Etiopia, le speranze di riuscire a salvare dall’estinzione questa popolazione unica al mondo si riaccendevano.

ibisAttraverso la narrazione dell’autore si animano così l’avventura di quella scoperta, l’entusiasmo ma anche gli incredibili ostacoli alla salvaguardia dell’ultima colonia mediorientale di Ibis eremita, una battaglia lunga dieci raccontata attraverso quello che sta accadendo oggi, anche dalle voci di Hakim e Mahmoud, due rifugiati palmiriani che sono riusciti a lasciare il paese, o di Ayoub che è voluto restare, o di coloro che stanno attualmente cercando di passare il confine turco in frangenti drammatici.

Nel libro, davvero imperdibile, sono state descritte anche le prime emozioni di quando il biologo Gianluca Serra arrivò per la prima volta in Siria, spaventato dalla crescita esponenziale di alti palazzi moderni senza piano regolatore, dal divario sociale abissale tra lusso sfrenato e povertà assoluta, dall’invivibilità di Damasco, ma anche quanto sia stato commosso dalla bellezza di Palmira, in un deserto allora silenzioso immerso nel buio totale, con sopra l’infinito numero di stelle che noi non vediamo quasi più.

presentazionelibrosalamScritto in modo scorrevole e con un linguaggio divulgativo comprensibile anche a chi non è esperto di scienze naturali, avifauna o migrazioni, è la storia di Salam, Zenobia e Sultan, tre rappresentanti degli ibis eremiti seguiti nelle loro migrazioni, ma si collega in modo indissolubilmente drammatico al contesto storico siriano, nell’apparente fine della dittatura del generale Hafiz al-Assad, e la descrizione di come si è arrivati alla finta repubblica del maresciallo Bashar al-Assad, fino alle gravi instabilità che hanno portato alla guerra civile.

Questo libro è stato proposto alla Fiera di Roma “Più libri, più liberi” e proprio due giorni fa al Museo Civico di Zoologia, evento promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Presenti l’autore e l’editore presentati dalla dott sa Carla Marangoni (in foto) ma continuerà il suo percorso di presentazioni con un discreto seguito di ecologisti ed amanti della natura, ma anche di biologi o addirittura comuni cittadini che ormai sanno quanto sia drammatico il conto alla rovescia della perdita di biodiversità nel mondo, per cause antropiche …

Informazioni sul sito delle edizioni http://www.exormaedizioni.com/ e http://www.museodizoologia.it/evento/presentazione-libro-salam-e-tornata.

FOTO di Valter Sambucini


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti