“Salva la tua lingua locale”, Sezione Scuola, assegnati i premi in Campidoglio

Fra i temi delle opere premiate: le tradizioni, i tesori del territorio ed anche un racconto in dialetto ispirato alla storia di due fratelli sfuggiti ad Auschwitz. Tutti i premiati
Redazione - 21 Febbraio 2019

Le tradizioni più sentite, l’esaltazione delle bellezze del territorio e anche il racconto in dialetto triorese (Imperia)  ispirato, ad una storia vera, di due giovanissimi fratelli sfuggiti al massacro di Auschwitz: sono alcuni dei temi delle composizioni (poesia, prosa e musica) vincitrici della sezione “Scuola” della sesta edizione del premio letterario nazionale “Salva la tua lingua locale”.

Un premio speciale è stato assegnato anche alla libera trasposizione, in lingua locale ischitana, dei versi danteschi pronunciati da Francesca da Rimini nel canto V dell’Inferno dantesco.

I riconoscimenti sono stati consegnati stamane, nel corso della cerimonia ospitata nella sala della Protomoteca del Campidoglio a Roma e organizzata in occasione della “Giornata internazionale della Lingua Madre”, promossa dall’Unesco; la manifestazione è stata presentata dalla giornalista e conduttrice televisiva Veronica Gatto.

Nel corso delle sei edizioni complessivamente sono oltre 140 gli istituti che hanno partecipato e più di 600 le opere pervenute per la sezione “Scuola”.

“Salva la tua lingua locale” è organizzato dall’Unione Nazionale delle Pro Loco (Unpli) e da Legautonomie Lazio, in collaborazione con il Centro Internazionale Eugenio Montale, e, per la sezione scuola, con l’ong “Eip-Scuola Strumento di Pace”.

“L’interesse e l’attenzione delle scuole e delle istituzioni verso il dialetto e le lingue locali è crescente. Il premio ha visto lavorare insieme Pro Loco, comuni e scuole, per un’iniziativa che punta a salvaguardare e valorizzare l’aspetto identitario e culturale di ogni comunità” ha sottolineato nell’intervento di apertura dei lavori, Antonino La Spina presidente dell’Unpli.

Per Bruno Manzi, presidente del consiglio di Legautonomie, “la sezione Scuola di questo Premio è, probabilmente, quella più importante perché il coinvolgimento dei ragazzi è fondamentale per continuare a tramandare le lingue locali alle future generazioni”.

“Questa iniziativa, oltre a contribuire alla conoscenza, alla memoria e al mantenimento delle lingue locali e del dialetto, credo che abbia anche uno specifico compito educativo: far conoscere i dialetti e le lingue locali ai ragazzi delle scuole, soprattutto a quelli delle medie, può contribuire a capire meglio l’italiano” ha affermato il presidente onorario della giuria del premio, Giovanni Solimine. “Sembra un paradosso – ha proseguito Solimine – ma le lingue locali e i dialetti sono molto utili per comprendere le origini di alcune espressioni, di certe frasi e dei rapporti che ci sono tra il latino, il greco e l’italiano”.

Anna Paola Tantucci, presidente di E.I.P Italia Scuola Strumento di Pace, che ha coordinato i lavori e la giuria della sezione “Scuola” a margine della cerimonia ha sottolineato che “il premio è cresciuto nel numero delle scuole partecipanti e nella qualità delle opere ricevute, inoltre nei territori ha anche creato un’alleanza per la tutela delle lingue locali fra Pro Loco, comuni, scuole, esperti delle lingua e associazioni”.

Concludendo la prima parte della cerimonia, l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità solidale di Roma Capitale, Laura Baldassare ha sottolineato che “abbiamo profuso un impegno costante per promuovere quante più attività possibili con le scuole, insieme ad altre associazioni e istituzioni. Cerchiamo di portare avanti un lavoro di rete e le tante realtà presenti oggi ne sono espressione. Sul tema specifico, io credo che sia atto politico fondamentale continuare a dare dignità ai dialetti”.

Rispetto alle scorse edizioni, il concorso ha registrato l’aumento dei partecipanti e, soprattutto, un più esteso coinvolgimento geografico con opere pervenute da tutte le regioni d’Italia.

La grande partecipazione e l’alto livello dei testi presentati, inoltre, ha convinto la giuria, all’unanimità, ad assegnare per la poesia e la prosa il terzo premio (ex aequo); sin dalla prima edizione, il concorso è rivolto a tutte le scuole di ogni ordine e grado, statali e paritarie.

Nel corso delle edizioni il premio “Salva la tua lingua locale “ ha ricevuto un premio di rappresentanza della Presidenza della Repubblica, in questa edizione ha avuto i patrocini  di Camera dei Deputati, Senato della Repubblica, Anno Europeo della Cultura, Commissione Nazionale Unesco e assessorato alla Persona, Scuola e Comunità solidale di Roma Capitale.

Di seguito i risultati della edizione 2018 redatti dalla giuria di specialisti, coordinata dall’EIP Italia, che ha valutato gli elaborati. La giuria  è composta da: Elio Pecora (presidente); Anna Paola Tantucci (presidente E.I.P Italia); Catia Fierli (coordinatrice); Danilo Vicca; Luigi Matteo; Sara Matteo; Teresa Lombardo; Loredana Mainiero; Adele Terzano; Antonino Arrigo.

I risultati del Premio Salva la tua lingua locale 2018 –  Sezione Scuola

 

SEZIONE POESIA

PRIMO PREMIO – Regione Puglia

I.C. “G. Bovio” – RUVO DI PUGLIA (BA)

Dialetto ruvese

Referente: Ins. Rachele Antonella Mastrorilli Lobascio

“La gammiette” – “L’ulivo” / “La precessiaune del utte sande” – “La processione degli otto santi”, classi V A – V B

SECONDO PREMIO – Regione Veneto

SCUOLA SECONDARIA DI 2° GRADO LICEO STATALE “GIOVANNI COTTA” DI LEGNAGO (VR)

Dialetto veneto-veronese

Referente: Prof. Stefano Vicentini

“Un dì zo in paese” – “Un giorno giù in paese” di Giacomo Giusti, classe II, Liceo Classico

“Xè tempo de festa, xé tempo de amor” – “E’ tempo di festa, è tempo di amore” di Valentina Zanchetta, classe II, Liceo Scienze Umane

In collaborazione con la Pro Loco del Basso Veronese: Presidente Maria Teresa Meggiolaro

TERZO PREMIO EX AEQUO – Regione Trentino

Dialetto trentino

SCUOLA SECONDARIA DI 2° GRADO – ISTITUTO AGRARIO “SAN MICHELE ALL’ADIGE” – (TN)

Referente: Prof. Eliana Gruber

“El castel Beseno” – “Il Castello Beseno” di Denis Battisti, classe III C – OTA DELL’IFP

TERZO PREMIO EX AEQUO – Regione Lazio

I.C. MARCELLINA (RM) – SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO

Dialetto marcellinese

In collaborazione con la Pro Loco di Marcellina: Presidente Dr. Scolastica Fazzini

Referenti: Ins. Giuseppe Di Bari, Ins. Daniela De Carlo

“Ode alla lia” – “Ode all’oliva”, classe II A

“Santa Maria Delle Grazie”, classe II A

PREMIO SPECIALE – Regione Campania

Premio Speciale per la traduzione in ischitano del Canto V dell’Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri

LICEO CLASSICO STATALE DI ISCHIA (NA)

Dialetto ischitano

Referente: Prof. Maria Rosaria De Angelis

“A’ forz ‘e Chist ammor” – “La forza dell’amore” di Marianna Castaldi e classe IV A

 

SEZIONE PROSA

PRIMO PREMIO – Regione Liguria

I.C. “P.F. FERRAIRONI” – TRIORA I.C. TAGGIA (IM)

Dialetto triorese

In collaborazione con la Pro Loco di Triora: Presidente Roberto Faraldi

Referente: Ins. Gianna Ozenda

“A Creppo paese amato” della Pluriclasse unica, Scuola Primaria

SECONDO PREMIO – Regione Molise

I.I.S.S. ”BOJANO” – BOJANO (CB)

Dialetto molisano

Referente: Prof. Italia Martusciello

“Lu tiemp d prima: li nonn c’ arraccontan” – “La clessidra del passato: i nonni raccontano” di Michela Campanella, classe III A ITE

“La c’mnera” – “Il focolare” di Paolo Pio Vitale, classe III A ITE

“Quann’ c’mugneva” – “La mungitura in passato” di Angelo Lucarelli, classe III A ITE

TERZO PREMIO EX AEQUO – Regione Calabria

I.C. Istituto Comprensivo Campora/Aiello (CS)

Dialetto calabro

In collaborazione con la Pro Loco di Aiello Calabro (CS): Presidente Marco Cino

Referente: Ins. Anna Aquino

“U dialettu a lingua du core” – “Il dialetto la lingua del cuore” di Matteo Chiarello, classe III A

TERZO PREMIO EX AEQUO – Regione Campania

I.C. “SULMONA LEONE” – PLESSO LEONE DI POMIGLIANO D’ARCO (NA)

Dialetto pomiglianese (napoletano)

In collaborazione con la Pro Loco di Pomigliano D’Arco: Presidente Francesco Sorrentino

Referente: Prof. Carmela Rega

“Jolanda” di Carla Chiodi, classe I B

 

SEZIONE MUSICA

PRIMO PREMIO – Regione Sicilia

IC “G. REINA” CONTESSA ENTELLINA DI CHIUSA SCLAFANI (PA)

Lingua Arbereshe

In collaborazione con la Pro Loco di Chiusa Sclafani (PA): Presidente Michele Chiariello

Referente: Ins. Rosalia Guarino

“Valla te pakteve” – “Danza delle minoranze”, classe I e III secondaria di primo grado

SECONDO PREMIO – Regione Lazio

I. C. “LEONARDO DA VINCI” SONNINO- ROCCASECCA DEI VOLSCI – LATINA

Dialetto roccaseccano

Referente: Ins. Mirella Bove

“Stornello roccaseccano” DI Gaia Marroni e Christian Marroni, Della Pelle Francesco, classe ISCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO.

In collaborazione con l’Associazione Culturale del Basso Lazio: Prof. Federico Galterio

TERZO PREMIO – Regione Sicilia

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “CARLO LEVI”

Dialetto maniacese

In collaborazione con la Pro Loco di Maniace: Presidente Giuseppe Sanfilippo Frittola

Referente: Ins. Maria Rosta

“Innu i San’ Mmastianu” – “Inno di San Sebastiano” Coro del Laboratorio della  SCUOLASECONDARIA DI 1° GRADO.

RICONOSCIMENTI AI PRESIDENTI DELLE PRO LOCO

Per essersi distinti per la diffusione del Concorso e la collaborazione con le scuole del loro territorio

ABRUZZO – Tornimparte (AQ) – Domenico Fusari

CALABRIA – Aiello Calabro (CS) – Marco Cino

CAMPANIA – Pomigliano D’ Arco (NA) – Francesco Sorrentino

FRIULI VENEZIA GIULIA – Casarsa Della Delizia (PN) – Antonio Tesolin

LAZIO – Marcellina (RM) – Scolastica Fazzini

LIGURIA – Triora (IM) – Roberto Faraldi

MARCHE – Fossombrone (PU) – Mara Ferri

MOLISE – Termoli (CB) – Luciano Calignano

PUGLIA – Conversano (BA) – Vito A. Galasso

SICILIA – Isola delle Femmine (PA) – Giuseppe Rubino

SICILIA – Maniace (CT) – Giuseppe Sanfilippo Frittola

SICILIA – Chiusa Sclafani (PA) – Michele Chiariello

TOSCANA – Montignoso (MS) – Loreta Polidori

UMBRIA – Collescipuli (TR) – Roberto Laurenzi

VENETO – Legnago (VR) – Maria Teresa Meggiolaro

 

TESTIMONI DEL GENIUS LOCI

Per essersi distinti per la loro competenza linguistica e l’attiva collaborazione con le scuole del territorio

Campania – Pomigliano D’Arco (NA) – Franca Trotta – Ass.re Cultura

Lazio – Minturno (LT) – Prof. Federico Galterio – Ass.ne Culturale “Basso Lazio”

Lazio – Civitavecchia (RM) – Agnese Monaldi

Molise – Bojano(CB) – Rita Gianfrancesco

Sicilia – Maniace (CT) – D.S. Massimo Grasso – I.C. “Carlo Levi”

Trentino – S. Michele all’Adige (TN) – Prof. Eliana Gruber

 

CULTORI DEI DIALETTI E DELLE LINGUE LOCALI

Per essersi distinti per la loro attiva collaborazione con le scuole del territorio

Friuli Venezia Giulia – Trieste – Ins. Liliana Marchi

Lazio – Cori (LT) – Dott. Tommaso Conti

Lazio – S. Vittore Del Lazio (FR) – Prof. Luigi Matteo

Molise – Guglionesi(CB) – Prof. Adele Terzano

 

MENZIONI D’ONORE (SEZIONE POESIA)

Regione Abruzzo

SCUOLA PRIMARIA “A. GIGANTE – G.PORTO” – TORNIMPARTE (AQ)

In collaborazione con la Pro Loco di Tornimparte (AQ): Presidente Domenico Fusari

Dialetto tornimpartese

Referente: Daniela Rosone

“La Scoletta” “Barano” “Limerick” – Alunni della Scuola Primaria

Regione Friuli Venezia Giulia

I.C. ROIANO GRETTA, PLESSO UMBERTO SABA

Dialetto triestino

Referente: Daniela Carbone (Sez D) – Anna Rita Vuerich (Sez B) – Paola Forte (Coordinatrice)

“Gita” – Classi II B e II D

Regione Friuli Venezia Giulia

I.C. “PIER PAOLO PASOLINI” – CASARSA DELLA DELIZIA (PN)

In collaborazione con la Pro Loco di Casarsa della Delizia (PN): Presidente Antonio Tesolin

Lingua friulana

Referente: Matteo Giuliani

“Adès” (Libere Poesie) – Alunni della Scuola

Regione Lombardia

I.C. “A. VOLTA” – LAZZATE – PLESSO “G. MARCONI” – MISINTO (MB)

Dialetto brianzolo

Referenti: Alessandra Catalano, Alessandra Garbagnati, Stefania Bucci, Simonetta Mariani, Maria Rosaria Spanò, Tiziana Piccione, Dalila Pozzi.

“Ganase te set un gradass” – Alunni Classi IV A, B e C

Regione Marche

I.C. “F.LLI MERCANTINI” FOSSOMBRONE – PRIMARIA DI SANT’IPPOLITO (PU)

In collaborazione con la Pro Loco di Sant’Ippolito (PU): Presidente Mara Ferri

Dialetto marchigiano

Referente: Fadia Fugazza

“La borsa firmèta” – “L’idéa” – Classi III e IV primaria

Regione Molise

I.C. BERNACCHIA BRIGIDA – TERMOLI (CB)

In collaborazione con la Pro Loco di Termoli (CB): Presidente Luciano Calignano

Dialetto molisano

Referente: Francesca De Gregorio

Classe II C Secondaria di primo grado

Regione Sicilia

I.C. “MAZZARRONE LICODIA EUBEA”

Dialetto siciliano

Referente: Maria Angela Li Rosi

“A creazioni ro munnu” di Samuele Gandolfo, classe I Scuola Secondaria di 1° grado

Regione Sicilia

I.C. “F. RISO” ISOLA DELLE FEMMINE – PALERMO

Dialetto siciliano

Referente: Eleonora Buongiovanni

“A mè Terra” – Aleandra Gambino, II C Secondaria Primo Grado

Regione Toscana

I.C. MONTIGNOSO PLESSO CERVAIOLO – SCUOLA INFANZIA

In collaborazione con la Pro Loco di Montignoso (MS): Presidente Loreta Polidori

Dialetto montignosino

Referente: Paola Angelotti

“Muntignoso” – Alunni Scuola Infanzia

 

MENZIONI D’ONORE (SEZIONE PROSA)

Regione Abruzzo

SCUOLA SECONDARIA “GIULIO VERNE” – TORNIMPARTE (AQ)

In collaborazione con la Pro Loco di Tornimparte (AQ): Presidente Domenico Fusari

Dialetto tornimpartese

Referente: Luisa Luzi

“Ju corredo della sposa” – “Lo semplice campa’” – “Mantoma” – “La creazio” – Classi I B e I A

Regione Puglia

2° CIRCOLO DIDATTICO “VIA FIRENZE” – CONVERSANO (BA)

In collaborazione con la Pro Loco di Conversano (BA): Presidente Vito A. Galasso

Dialetto: conversanese

Referente: Antonia D’Alessandro

“E mo na ma fdanze’ e spse’” – Alunni classi V


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti