Sampdoria-Lazio 2-1. Rimpianti biancocelesti

A Genova contro la Sampdoria la Lazio esce sconfitta grazie al goal vittoria dell’ex Daikitè e dopo una serie infinite di occasioni sprecate, comprese un penalty
di Marco Savo - 26 Aprile 2016

Due vittorie ed altrettante sconfitte per Simone Inzaghi alla guida della Lazio. A Genova contro la Sampdoria, nella 35^ giornata della Serie A, i capitolini rimediano l’ennesima sconfitta stagionale. A nulla è bastata la rete dopo 3’ di gioco del redivivo Djordjevic il quale poi, nel corso della gara, si conferma assolutamente inaffidabile sotto porta. La Sampdoria dunque vince in rimonta con le reti di Fernando e dell’ex Diakitè. Nel mezzo tante occasioni mancate dai capitolini compreso un penalty malamente sbagliato da Candreva, a ridosso della fine del primo tempo.

candreva-sampdoria-lazioPrimo tempo – Complice alcune assenze Inzaghi ridisegna il suo undici iniziale. In difesa sulle fasce spazio dal primo minuto a Basta ed a Konko, entrambi reduci da problemi fisici. In avanti con Klose out Djordjevic guida l’attacco con il supporto di Keita e Candreva. Al 3’ la Lazio è già avanti, cross di Candreva e colpo di testa vincente dell’attaccante serbo. Al 11’ capitolini vicinissimi anche al raddoppio ma sia Djordjevic che Candreva arrivano tardi con l’appuntamento con il goal, su assist al bacio di Keita. Poco dopo il nigeriano fa tutto da solo e non inquadra di un niente lo specchio di porta di Viviano.

Al 15’ è clamorosa la chance sciupata da Candreva che in area, da ottima posizione, si perde in quale dribbling di troppo favorendo il recupero decisivo di Dodò. Troppi i goal sbagliati dai biancocelesti ed ecco così arrivare puntale la rete della Sampdoria. Ottima l’azione dei blucerchiati, iniziata però da una palla malamente persa dalla Lazio, che ha portato al goal di Fernando. La Samp potrebbe anche sorpassare i capitolini ma per fortuna di Marchetti la punizione di Muriel si perde sul fondo. La gara di Marassi alla mezz’ora è abbastanza equilibrata e molto divertente, al ridosso del primo tempo però Keita si guadagna un penalty ma che successivamente Candreva spreca facendosi parate il tiro dal dischetto da Viviano.

festa-sampdoria-lazioSecondo tempo – La ripresa si apre subito con il doppio miracolo di Marchetti su Quagliarella e Muriel. Dalla panchina allora scatta l’ora di Felipe Anderson, il quale rileva un Candreva autore di troppi e decisivi errori sotto porta. Al 69’ i rimpianti laziali, e gli orrori in fase realizzativa, si arricchiscono di un nuovo capitolo, con l’occasione del nuovo possibile vantaggio buttata al vento da Djordjevic. Il serbo arriva colpevolmente in ritardo su un palla servita da Keita che doveva essere solo spinta in goal. E così dopo l’ennesima occasione sciupata la Sampdoria trova la rete vittoria del 2-1, con l’ex Diakitè.

Il difensore risolve alla grande un mischione furibondo in area piccola sul miracolo di Marchetti che aveva intercettato bene un colpo di testa di Silvestre. La Lazio però protesta con Rizzoli ravvisando un fallo di confusione che ha impedito all’estremo difensore laziale di liberare il pericolo. Al 82’ Quagliarella va vicino al tris mentre al 89’ la Lazio ha un ultima chance per pareggiare i conti con il calcio di punizione di Biglia, che però si perde di poco alto sulla traversa di Viviano.

PAGELLE

LAZIO
Marchetti 6.5 – Ci prova in tutti i modi a tenere a galla la Lazio ma oggettivamente sui due goal subiti può veramente poco.
Basta 5.5 – Non al top fisicamente e si vede, infatti limita di molto le sue scorribande in avanti.
Hoedt 5 – Sempre in affanno, si fa male nell’intervento su Diakitè che gli costa anche un giallo (46′ Mauricio 5 – Falloso come non pochi, anche in questa gara il suo nome finisce sul taccuino dell’arbitro).
Gentiletti 4 – Un disastro, nel tentativo di anticipare Quagliarella consegna un corridoio a Fernando il quale poi porta in parità l’incontro.
Konko 5 – Al rientro, come Basta, anche lui dall’infortunio è giù di condizione ed anche di concentrazione (83′ Morrison sv).
Onazi 5 – Bene in fase di interdizione, male quando c’è da reimpostare l’azione.
Biglia 5.5 – In questo finale di stagione non riesce più a prendere in mano la squadra come faceva anche nei momenti più bui.
Lulic 5 – Che errore su Fernando! Il serbo lo dovrebbe marcare ma appena il brasiliano prende palla lo guarda inerme.
Candreva 5 – Inizia alla grande servendo l’assist per il vantaggio di Djordjevic ma poi sotto porta sbaglia l’impossibile, compreso un calcio di rigore (63′ Felipe Anderson 5 – Nonostante la mezzora e gli ampi spazi a disposizione come al solito non combina nulla o quasi).
Djordjevic 5 – Un goal siglato all’inizio che fa ben sperare ma poi conferma il suo disastroso feeling sotto porta. Clamorosa l’occasione che sbaglia su palla di Keita che doveva essere solo spinta in rete.
Keita 6 – È il più attivo dei suoi ma some al suo solito pecca di incisività sotto porta.
All. Simone Inzaghi 6 – Il bilancio al suo attivo ora è in assoluta parità fra vittorie sconfitte. A Marassi non è colpa sua se la Società ad inizio stagione ha designato Djordjevic quale centravanti della Lazio per dare l’assalto alla Champions e per confermare il terzo posto della passata stagione…

SAMPDORIA

Adotta Abitare A

Viviano 7, Cassani 6, Silvestre 6.5, Diakité 6.5, De Silvestri 6.5, Barreto 6, Fernando 7, Dodò 6 (92′ Skriniar sv), Krsticic 6 (74′ Soriano 6), Muriel 6 (65′ Correa 6); Quagliarella 6. All. Vincenzo Montella 6.5.
ARBITRO: Rizzoli di Bologna 5.5 – Il rigore assegnato alla Lazio c’è, rimangono dei dubbi sula regolarità del goal vittoria della Sampdoria che, secondo la Lazio, è viziato da un possibile fallo su Marchetti.

TABELLINO
SAMPDORIA-LAZIO 2-1
MARCATORI: 3′ Djordjevic (L), 20′ Fernando (S), 78′ Diakite (S)
SAMPDORIA (3-4-2-1): Viviano; Cassani, Silvestre, Diakité; De Silvestri, Barreto, Fernando, Dodò (92′ Skriniar); Krsticic (74′ Soriano), Muriel (65′ Correa); Quagliarella. A disp. Puggioni, Brignoli, Rodriguez, Pereira, Palombo, Christodoulopoulos, Sala. All. Vincenzo Montella
LAZIO (4-3-3): Marchetti; Basta, Hoedt (46′ Mauricio), Gentiletti, Konko (83′ Morrison); Onazi, Biglia, Lulic; Candreva (63′ Felipe Anderson), Djordjevic, Keita. A disp. Guerrieri, Berisha, Braafheid, Mattia, Mauri, Milinkovic, Cataldi, Rossi. All. Simone Inzaghi
ARBITRO: Rizzoli (sez. Bologna). Ass.: Tonolini-Tegoni. IV: Barbirati. Add.: Gervasoni-Candussio.
NOTE. Ammoniti: 22′ Hoedt (L), 32′ Candreva (L), 38′ Keita (L), 44′ Dodò (S), 55′ Konko (L), 81′ Gentiletti (L), 84′ Mauricio (L), 94′ Barreto (S). Recupero: 4’st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti