San Giovanni, Beppe e Pierluigi – Massima sicurezza – I mondi lontanissimi di Franco Battiato

Fatti e misfatti di febbraio 2013 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 2 Febbraio 2013

San Giovanni, Beppe e Pierluigi

"Terrò il comizio di chiusura della mia campagna elettorale – ha annunciato Beppe Grillo – in piazza San Giovanni a Roma".

Ma come? Piazza San Giovanni, a Roma, non è sempre stato un luogo simbolo della sinistra? Sicuramente. Solo che il Pd, per un motivo o per l’altro, non aveva ancora pensato, questa volta, di prenotarla. E, così, se l’è fatta soffiare dal Beppe urlante. Ora dunque, rimasto senza piazza San Giovanni a Roma, il pacato Pierluigi Bersani potrebbe sempre chiudere la sua campagna elettorale – con l’autorizzazione del sindaco Matteo Renzi – in piazza San Giovanni a Firenze.

Massima sicurezza

"I due albanesi Taulant Toma e Valentin Fiokkai – è scattato l’allarme – sono evasi dal "supercarcere di massima sicurezza" di Parma e sono attivamente ricercati perché pericolosi omicidi".

La notizia che lascia più sgomenti, però, è un’altra. E’ che i due albanesi sono evasi dal "supercarcere di massima sicurezza" come nelle barzellette: hanno segato le sbarre della cella, si sono calati giù dopo avere annodato le lenzuola e se la sono svignata senza nemmeno uno che li notasse. Alla faccia, dunque, del "supercarcere di massima sicurezza". A meno che la massima sicurezza non significhi massima sicurezza di poter evadere, tranquillamente, come nelle barzellette.

I mondi lontanissimi di Franco Battiato

"Non è possibile – continua a stigmatizzare il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone – che Franco Battiato continui a non essere presente in aula e in commissione".

Per cantare? Certo che no. Ma, essendo stato chiamato dal Governatore Rasario Crocetta quale assessore alla cultura, per svolgere il suo ruolo almeno un po’. Franco Battiato, però, "si nni futti" (se ne infischia). Lui ha sì – quale cantautore di grande fama – molto orecchio, ma le severe parole dello stigmatizzante Giovanni Ardizzone, evidentemente, da un orecchio gli entrano e dall’altro gli escono. Assemlea regionale siciliana e palcoscenici dei suoi ricchissimi concerti: mondi lontanissimi. "Mondi lontanissimi" come il profetico titolo di un suo disco del 1985. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti