Farmacia Federico consegna medicine

San Tommaso d’Aquino a Tor Tre Teste, la statua e il mosaico

Inaugurati nella chiesa parrocchiale domenica 6 dicembre
Olga Di Cagno - 8 Dicembre 2020

Una parrocchia è una casa pronta per essere casa della comunità, e così la Parrocchia di San Tommaso d’Aquino a Tor tre Teste si impegna, grazie ai sacerdoti ma anche ai tanti laici che li aiutano nel loro ministero, a diventare sempre più accogliente.

Nata ormai più di quaranta anni fa, in un territorio in costruzione, senza una sede ufficiale fin dai primi anni ha visto la viva partecipazione dei parrocchiani che si sono sempre impegnati per rendere visibile ciò che era solo una stanza in affitto dentro le mura di un negozio.

Fisicamente costruita ed inaugurata ormai più di trent’anni fa non appare a prima vista come una chiesa tradizionale: la sua architettura lineare non attira gli sguardi di chi transita lungo la strada, eppure entrando si sente la famiglia, la collaborazione, la casa che accoglie e la comunità che cresce e testimonia al quartiere ed al mondo il suo essere chiesa.

Negli ultimi anni gli arredi e le decorazioni interne hanno contribuito a mostrare una casa sempre in ordine, accogliente, bella. I mosaici che attirano l’attenzione sono pieni di calore e di colore, narrano della mensa e del Pane degli angeli, di amore e di offerta e sono stati realizzati grazie a p. Marko Ivan Rupnik ed all’equipe del centro Aletti.

Successivamente, per poter valorizzare lo splendido crocifisso offerto da san Giovanni Paolo II quando venne in visita, un gruppo di parrocchiani, grazie alla generosità di molti e di qualcuno in maniera più sostanziosa e seguendo le indicazioni del Vicariato si è impegnato nella realizzazione di un mosaico apparentemente semplice ma che esalta la bellezza del crocifisso.

Non vi era equilibrio, però, l’occhio e l’attenzione erano spostati tutti da una parte e così, ancora una vota sempre grazie ai numerosi parrocchiani ed ancora una volta sempre grazie ad una seconda donazione anonima molto generosa è stato possibile commissionare la statua che ritrae il santo patrono san Tommaso d’Aquino ed il mosaico che ne esalta la figura.

Domenica 6 dicembre, durante la celebrazione della Messa delle 10.00 è stato offerto alla comunità la possibilità di ammirare lo svelamento delle opere che si sono potute avvalere della consulenza artistica di Alex Musolino e dei maestri mosaicisti Gortan Paola ed Ezio Franzolini per il mosaico e della raffinata tecnica dello scultore Pino Allampresese per la statua naturalmente, anche questa volta, sempre avendo ascoltato le indicazioni degli uffici del Vicariato.

Entrando oggi in chiesa la sensazione che si prova è quella di una casa che ogni giorno, grazie alla generosità della famiglia che la frequenta e che vi abita è resa più luminosa, più accogliente, più testimone della sua storia e della sua missione.

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti