Sanremo 1-2-3-4-5

Fatti e misfatti di febbraio 2013 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 13 Febbraio 2013

Sanremo 1 

"E’ partita dalla "gnocca" – la letterina-preghiera che Luciana Littizzetto ha rivolto a San Remo in apertura di "Festival" – per finire, dopo qualche altra delicatezza, alla parola culo".

Ma un San Remo – come ha riconosciuto, d’altra parte, la stessa Lucianina – non è mai esistito. E, infatti, la cittadina ligure si chiama Sanremo e non San Remo. Lucianina, però, la sua letterina-preghiera l’ha voluta scrivere e leggere ugualmente perché le avrebbe consentito, in ogni caso, la possibilità di esibirsi nella sua consueta sguaiatezza pseudocomica. Ma anche perché, non esistendo un San Remo nell’alto dei cieli, ha potuto sfruttare la certezza di non essere incenerita da un sacrosanto fulmine.

Sanremo 2

"Questo "Festival" – ha poi detto, sempre durante la prima serata, Luciana Littizzetto – sta diventando una vera e propria comunione e liberazione".

Ma, considerato che "Comunione e liberazione" di Roberto Formigoni continua ad allungare la sua lista di indagati, questo "Festival" riuscirà ad arrivare alla sua conclusione naturale, allora, o dovrà fermarsi a metà per mancanza di protagonisti?

Sanremo 3

"Quando poi è arrivato sul palco Felix Baumgartner, l’uomo che si è lanciato dalla stratosfera, Luciana Littizzetto – a dimostrazione di quali siano i suoi profondi interessi culturali – non ha trovato di meglio che chiedergli quale potesse essere la velocità di caduta della cacca di un piccione".

Qual è stata la risposta di Felix Baumgartner alla dotta domanda? Questa: "La cosa più bella, a 40 mila metri, è che non c’è una donna che parla". Per niente felice, però, neppure lui. Correttamente, infatti, non avrebbe dovuto generalizzare, ma rispondere così: "La cosa più bella, a 40 mila metri, è che non c’è, a parlare, una Littizzetto sguaiata e cafona"

Sanremo 4

"Stefano e Federico – ad un certo punto della trasmissione – hanno annunciato il loro prossimo matrimonio a New York, ma non hanno suggellato con un bacio, come molti si attendevano, quel loro felice annuncio".

Per evitare polemiche, reazioni, problemi? Può darsi. Ma potrebbe essere stata, magari, un’altra conseguenza della inesorabile "spending review": dopo i "24 mila baci" di Adriano Celentano nel florido 1961, in questo magro 2013 sarebbe stato troppo anche un solo bacio.

Sanremo 5

"Sul palco del "Festival" – conduttore Fabio Fazio – si è esibito, invitato da Toto Cutugno, il coro dell’ "Armata russa".

Bel colpo. Potrebbe ora verificarsi, nelle prossime edizioni del "Festival", che – conduttore Emilio Fede e invitante Bobby Solo – sia chiamata ad esibirsi la "Banda dei marines". O – conduttrice Lilli Gruber e invitante Anna Oxa – sia chiamato il gruppo tedesco degli "Acoustic torment".
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti