Sassuolo – Lazio 2-2. Lazio ma quanto sei ingenua?

In vantaggio per due a zero si fa raggiungere e per poco non perde contro il Sassuolo
di Davide Sperati - 30 Settembre 2013

Le assenze sono innumerevoli e molta la voglia dell’avversario di collezionare la prima vittoria in serie A. I panchinari sono tali, ma certi errori sono proprio clamorosi. Per vedere il bicchiere mezzo pieno si può affermare che in altre circostanze la Lazio sarebbe uscita sconfitta. Quello che più preoccupa è l’atteggiamento mentale, sintomo di idee poco chiare e disattenzioni continue.
Dopo un primo tempo decente, nella ripresa al 53′ la Lazio conduceva per due reti a zero ma, dal goal di Candreva in poi, la compagine romana ha perduto tutta la voglia di vincere.

Un calo quasi imbarazzante frutto anche di problemi dal punto di vista tattico e non solo mentali. Un reparto offensivo inesistente ma peggio ancora è stata la prova del centrocampo e della difesa laziale. Ovvio che parte di questa figuraccia è merito anche degli avversari che hanno sempre creduto alla vittoria.

Le numerose assenze si fanno sentire e il copione è sempre lo stesso da qualche anno sino a oggi. Giovedì ci sarà la trasferta in Turchia e domenica arriva la Fiorentina. Il mino ciclo sta per terminare, tieni duro Lazio.

Primo tempo

Dopo dieci minuti di forcing da parte dei padroni di casa, la Lazio reagisce al 10′ con Dias che dagli sviluppi di un calcio d’angolo, sotto porta sbaglia la mira. La Lazio cresce e proprio nella fase centrale del primo tempo gioca meglio. Al 14′ ottima incursione di Hernanes che apre largo per Candreva il cui tiro di sinistro sfiora di poco il palo alla destra di Pegolo. Il Sassuolo dal canto suo, risponde al 25′ con la traversa colpita da Zaza su un bel cross di Missoroli. Poi fino alla fine non c’è nulla da scrivere sul taccuino se non la clamorosa palla goal divorata da Ciani. Il francese si mangia il goal del vantaggio con un colpo di testa dall’altezza dell’area piccola sugli sviluppi di un corner battuto da Candreva.

Il primo tempo si conclude con un sostanziale equilibrio tra le due compagini, con il Sassuolo che ci prova sulle corsie esterne grazie al movimento di Schelotto a destra e Berardi a sinistra. Lazio che invece ci prova per vie centrali e sui calci da fermo. Le formazioni commettono molti errori nella parte centrale ma la formazione di De Francesco ha una difesa molto accorta mentre la Lazio dimostra di avere grandi lacune soprattutto nel reparto arretrato, dove una difesa intontita non dà le necessarie sicurezze.

Secondo tempo

Nella ripresa subito un cambio per la formazione di Petkovic: fuori uno spaesato Onazi e dentro Gonzalez.

Adotta Abitare A

Al 50′ Lazio in vantaggio con Dias. Il suo colpo di testa è facile quanto bere un bicchiere d’acqua e dimostra come il Sassuolo sia fragile sulle palle da fermo.

Gol Dias Sassuolo Lazio

Lazio show dopo tre minuti, il raddoppio è servito. Candreva dai venti metri di sinistro calcia un rasoterra che prima sbatte sul palo interno alla sinistra di Pegolo e poi finisce in rete.

Nemmeno il tempo di gioire che il Sassuolo accorcia le distanze con un bel colpo di testa di Schelotto che scappa a Cavanda e ravviva le speranze per la formazione di Eusebio Di Francesco.

Al 61′ Banti potrebbe dare un rigore al Sassuolo ma lascia correre. Biglia sostituisce Ederson mentre Di Francesco perde un ottimo Berardi sostituito da Floro Flores.

Al 71′ Sassuolo sfiora il pareggio con Zaza e poi sul conseguente angolo, ancora Zaza che va vicino al goal. Bravo Marchetti a deviare sopra la traversa.

Al 76′ pareggio del Sassuolo che grazie a una punizione di Floro Flores trova il meritato pareggio. Goal comunque viziato da una mezza papera di Marchetti.

Al 81′ il Sassuolo potrebbe segnare anche la terza rete con Floro Flores ma Marchetti compie il miracolo.

LE PAGELLE DI SASSUOLO LAZIO 2-2

Lazio

Marchetti 6,5. Senza colpa il primo goal subito. Grave l’errore sul pareggio. Ma più volte salva la Lazio.

Cavanda 5. Spesso la sua incoscienza lo porta a fare azioni rischiosissime. Male la marcatura su Schelotto. Assist per Candreva (Dal 75′ Cana sv).

Ciani 5,5. Non di certo la sua prova migliore.

Dias 6. Il goal lo salva da un’insufficienza.

Pereirinha 4,5. Ammonito dopo cinque minuti è costretto a giocare con il freno a mano tirato. Commette tanti errori banali.

Ledesma 6. L’unico faro in un centrocampo senza idee.

Onazi 5. Soffre il pressing degli avversari e Petkovic lo toglie dopo 45′. (Dal 46′ Gonzalez 5,5).

Candreva 6,5. Cerca sempre il fondo anche quando non serve. Cresce nella ripresa realizzando un bel goal.

Hernanes 5,5. Male nel primo tempo ma non deve essere lui a difendere.

Ederson 5,5. Nel 4-3-3 schierato a sinistra è troppo fuori dal gioco. (Dal 63′ Biglia 5,5).

Floccari 4,5. Il peggiore tra i laziali.

Sassuolo

Pegolo 6

Bianco 6

Acerbi 6

Ziegler 6

Schelotto 6,5

Kurtic 6 (Dal 74′ Laribi sv)

Magnanelli 5,5

Missoroli 6

Longhi 5,5

Zaza 6,5 (Dal 78′ Alexe)

Berardi 7 (Dal 63′ Floro Flores 6,5)

Arbitro

Banti 5

Esagerata l’ammonizione a Pereirinha appena dopo cinque minuti di gioco. Non Espelle Zaza al 43′ per un fallo scomposto su Ciani. Al 61′ non decreta il penalty al Sassuolo per un fallo di mano di Ciani.

Gli hightlights di Sky su Sassuolo Lazio 2-2


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti