“Scacchi in città”: il 28 maggio a piazza del Campidoglio la sfida è aperta a tutti

La manifestazione itinerante prevede una serie di appuntamenti mensili fino ad ottobre
Ambra Di Chio - 23 Maggio 2017

Domenica 28 maggio 2017, alle ore 10, nella suggestiva cornice di piazza del Campidoglio prenderà il via la manifestazione itinerante “Scacchi in città”. Le varie tappe dell’evento saranno ospitate in una serie di location che vantano un particolare interesse artistico e culturale, come è stato messo in evidenza dalle parole di Daniele Frongia- assessore capitolino allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi: “Crediamo che giocare a scacchi, in luoghi affascinanti di Roma, contribuisca al benessere dei nostri cittadini. È un modo sano di trascorrere il tempo insieme a familiari, amici e cittadini”.

Per gli appassionati di questa disciplina l’appuntamento di domenica rappresenterà, dunque, l’occasione per apprendere le strategie e le tattiche di gioco praticate dai professionisti della Federazione Scacchistica Italiana. Inoltre, i visitatori avranno l’opportunità di confrontarsi direttamente con tre nomi illustri del mondo degli scacchi, vale a dire le campionesse Daniela Movileanu, Fiammetta Panella e Désirée Di Benedetto che sfideranno i partecipanti in una simultanea.

L’iniziativa “Scacchi in città” è stata organizzata dalla Federazione Scacchistica Italiana in collaborazione con l’Assessorato allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi di Roma Capitale, con il patrocinio del Coni Lazio e di Unicef Italia. L’intento è quello di diffondere la conoscenza di questo sport dal grande valore sociale, educativo ed inclusivo, come si evince dalla dichiarazione dell’assessore Frongia: “Gli scacchi insegnano a concentrarsi, a risolvere i conflitti in modo pacifico, hanno una profonda valenza sociale e culturale ed è per questo motivo che l’Amministrazione capitolina si è impegnata a promuovere questo sport.” Non a caso la dichiarazione del Parlamento Europeo del 15 marzo 2012 ha invitato i Paesi dell’Unione Europea ad inserire la disciplina degli scacchi tra le materie curriculari nella scuola dell’obbligo.

I motivi per avvicinarsi a questo sport sono, quindi, davvero tanti. A chiunque voglia prendere parte a “Scacchi in città” ricordiamo che la manifestazione è ad ingresso libero e prevede una serie di tappe mensili che si svolgeranno fino ad ottobre.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti