Scuola: nel Municipio VIII mancano 40 educatrici, 33 insegnanti e il personale di sostegno

Redazione - 9 Settembre 2015

“Scongiurato, temporaneamente, il licenziamento di 5.000 tra educatrici e insegnanti precarie, è tempo di rimboccarsi le maniche e fare in modo che gli asili nido e le scuole dell’infanzia affrontino al meglio il nuovo anno scolastico – dichiarano Andrea Catarci, presidente del Municipio Roma VIII e PaolaAngelucci, assessora municipale alla Scuola. – Per quel che riguarda il nostro Municipio  è urgente procedere con gli incarichi al personale supplente. Fino a ieri nei nostri nidi mancavano 40 educatrici (28 buchi di organico e 12 distacchi per saluteP, senza contare il dato, ancora non in nostro possesso, dell’educatrici mancanti nelle sezioni dove sono presenti bambini diversamente abili. Nella scuola dell’infanzia la situazione non è più rosea, con 33 sezioni sprovviste di insegnante, in attesa delle assegnazioni delle ultime assunzioni effettuate, e nessuna persona incaricata del sostegno nelle classi con alunni diversamente abili o segnalati dai servizi sociali. A completare il quadro preoccupante, a dir poco, c’è il fatto che la graduatoria per le supplenze brevi può contare su di un numero molto ristretto di dipendenti da chiamare, che non arriva ad una decina.”

scuola“Dal tavolo di confronto tra sindacati e Campidoglio ci si aspetta una soluzione rapida, con l’avvio della stabilizzazione di tutte quelle precarie che hanno superato (o si apprestano a farlo) i 36 mesi di servizio e la garanzia di piena agibilità di scuole e nidi – concludonoCatarci e Angelucci -, avviando una fase nuova di cui Roma ha tanto bisogno: stabilità e scuole di qualità.”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti