Scuole dell’Infanzia, al via iscrizioni per 2020-’21

Domande esclusivamente online. Termini aperti dall’8 al 29 gennaio. Qui il bando. Raggi: “Importante occasione di crescita e socializzazione per i più piccoli”
Redazione - 8 Gennaio 2020

Si aprono l’8 gennaio le iscrizioni alla Scuola dell’Infanzia capitolina per l’anno scolastico 2020-’21. La frequenza è gratuita e riguarda i piccoli fra i 3 e i 6 anni di età. Per presentare o perfezionare la domanda c’è tempo fino al 29 gennaio.

La domanda di iscrizione deve essere presentata esclusivamente online attraverso il portale di Roma Capitale, sulla pagina “Servizi online: Iscrizioni e Graduatorie Scuole Capitoline dell’Infanzia” (raggiungibile dalla home page attraverso il percorso Servizi – Scuola – Scuola dell’Infanzia).

La Scuola dell’Infanzia Capitolina apre il 15 settembre e termina il 30 giugno di ogni anno, con sezioni sia a tempo pieno che a tempo antimeridiano.

Per ulteriori informazioni o richieste di assistenza è possibile contattare il Contact Center Chiamaroma 060606 o gli Uffici Relazione con il Pubblico e i Punti Roma Facile Municipali indicati nel bando.

“La Scuola dell’Infanzia rappresenta un’occasione importante per la crescita e la socializzazione dei bambini dai 3 ai 6 anni. Questo servizio punta alla positiva inclusione dei più piccoli, riconoscendo le esigenze e rispettando i tempi di apprendimento di ciascuno, accompagnando così il processo di accoglienza, ambientamento e incontro”, dichiara la sindaca Virginia Raggi.

“Il nostro obiettivo è garantire la piena partecipazione e inclusione dei bambini, accompagnandoli lungo il percorso di inserimento nel contesto scolastico e sociale. Nel rispetto dei tempi di ciascuno, indipendentemente da diversi contesti personali e sociali, la Scuola dell’Infanzia mira infatti allo sviluppo dell’apprendimento, della socialità e dell’identità della persona in collaborazione con le famiglie. Ringrazio gli uffici capitolini, i Municipi, gli insegnanti e tutte le persone che si impegnano ogni giorno nelle nostre scuole, creando un valore aggiunto per la crescita dei più piccoli e per l’intera comunità”, dichiara l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Veronica Mammì.

 

Il bando, tutte le informazioni e le procedure

sulla pagina dedicata del Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti