Secondo acconto IRPEF a novembre: si passa da 99 al 79 per cento

Il decreto legge però non prevede alcun taglio, bensì solo un rinvio
di Mauro Carbonaro - 16 Novembre 2009

Novembre mese di secondo acconto IRPEF. Per tale ragione il Governo, nel Consiglio dei Ministri dello scorso 12 novembre 2009, ha approvato un decreto legge che prevede la riduzione dell’acconto IRPEF, portandolo dal 99 al 79%.

A beneficiare del “taglio” saranno piccole aziende, ditte individuali, società di persone e i titolari di partita Iva che pagano l’IRPEF , mentre resteranno esclusi i lavoratori dipendenti che hanno già le trattenute mensili in busta paga. Parimenti escluse dalla riduzione IRES e IRAP, che verranno regolarmente pagate sempre nei termini del 30 novembre.
Come riferisce il Ministero dell’Economia il risparmio nelle tasche dei contribuenti sarà di 3,8 miliardi, coperto dalle entrate dello scudo fiscale. Un risparmio però temporaneo, visto che i cittadini che avranno usufruito di questo sconto dovranno, in sede di conguaglio estivo (quindi di dichiarazioni dei redditi), restituire anche la cifra non versata.

Quindi, come specifica la nota diffusa da Palazzo Chigi, si tratterà di un “decreto legge per il differimento degli acconti di imposta”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti