Senza sosta i servizi della Polizia di Stato –  Compartimento Polizia Ferroviaria

Un provvedimento di custodia cautelare in carcere eseguito e un tentativo di suicidio sventato sono il frutto delle ultime 48 ore
Redazione - 7 Aprile 2019

Un provvedimento di custodia cautelare in carcere eseguito ed un tentativo di suicidio sventato sono il frutto delle ultime quarantottore di attività messe in atto dagli agenti della Polizia di Stato del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio.

Gli agenti della Polizia di Stato della Squadra di Polizia Giudiziaria hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dall’Autorità Giudiziaria, nei confronti di un cittadino italiano con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio.

L’uomo infatti in pochi giorni, aveva portato a termine una serie di furti – tutti denunciati in ambito ferroviario.

Gli agenti della Polizia Ferroviaria, anche grazie alle dichiarazioni delle vittime e alla visualizzazione delle immagini del circuito di videosorveglianza presenti nelle stazioni, hanno ricostruito minuziosamente tutte le azioni compiute dal ladro, fino ad arrivare all’identificazione dello stesso.

Il provvedimento cautelare è stato notificato all’uomo, già ristretto presso la casa Circondariale di Rebibbia, proprio a seguito di un arresto degli stessi investigatori, perché “pizzicato” in   flagranza mentre rubava.

Tempestivo è stato anche l’intervento di una pattuglia della Polizia Ferroviaria Di Roma Termini Che, su segnalazione del Centro Operativo Compartimentale, è intervenuta  presso la biglietteria dove un cittadino straniero dopo aver scavalcato la balaustra di protezione delle scale che portano al piano sottostante, ha minacciato di lanciarsi nel vuoto dall’altezza di circa 10 metri.

Grazie anche all’intervento dei Vigili del Fuoco, che hanno adottato tutte le misure idonee ad attutire la caduta dell’uomo, ed all’esperienza degli agenti della Polizia Ferroviaria  l’uomo è stato riportato alla calma, facendolo desistere dal suo intento.

Da un controllo successivo questo è stato trovato in possesso di un’asta in ferro uncinata di circa di circa 60 cm. per cui è stato  denunciato alla competente Autorità Giudiziaria  per il porto di un oggetto atto ad offendere.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti