Sgombero in via Rampa Brancaleone

Le famiglie si oppongono ma, secondo i vigili, la palazzina “potrebbe implodere da un momento all’altro”
di Federico Ridolfi - 8 Novembre 2012

È in corso in queste ore, da parte della polizia locale di Roma, lo sgombero di una palazzina di cinque piani al civico 11 di via Rampa Brancaleone nel Municipio XVIII. Allo svuotamento forzato dello stabile, situato nelle vicinanze della stazione San Pietro e reso celebre da Pier Paolo Pasolini che nel 1962 vi girò “Mamma Roma”, si oppongono i nuclei familiari che da anni abitano il palazzo. I residenti, che pagano regolare affitto, lamentano la mancanza di preavviso dello sgombero e chiedono che le istituzioni mostrino loro la perizia di inagibilità dello stabile. Promettono, altrimenti, di opporsi allo sgombero impedendo che venga murato il portone d’ingresso della palazzina.

La Polizia Municipale di Roma Capitale fornisce, invece, una versione diversa dei fatti. Secondo gli agenti, già nel 2007 era stata inviata al proprietario del palazzo, da parte della Commissione Stabili Pericolanti, una diffida al proprietario per la messa in sicurezza dell’edificio. Alla richiesta, però, non sarebbe seguito nessun intervento sullo stabile da parte del proprietario. Per la polizia locale gli inquilini “non possono restare lì, lo stabile è stato dichiarato inagibile da una commissione di esperti, potrebbe implodere da un momento all’altro”. Il Comune di Roma si starebbe facendo carico di trovare un alloggio alternativo per tutti gli abitanti del palazzo.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti