Sgominata banda di allevatori clandestini

I cani erano rinchiusi in una baracca sul Tevere
di Maria Giovanna Tarullo - 28 Agosto 2009

Nella notte tra giovedi 27 agosto e venerdi 28 il nucleo di polizia giudiziaria del XVII gruppo, guidato da Antonio Bertola, ha sgominato una banda di allevatori clandestini di origine romena, pronti a prepare un gruppo di animali destinati al triste mondo delle scommesse.
Gli aguzzini, ora fermati e denunciati per maltrattamenti, detenevano l’allevamento di cani in una barracca sugli argini del Tevere, all’altezza del Lungotevere della Vittoria, tra cumuli di rifiuti e vegetazione.
I vigili sono stati messi in guardia dalle continue segnalazioni avvenute negli ultimi tempi dai cittadini che frequentavano la zona, con denunce relative a visione di cani sottopeso, provati od incapaci di camminare sulle proprie zampe.
Alla scoperta la scorsa notta della baracca in alluminio sugli arigni del Tevere, i vigili hanno arrestato la cinquantenne Mucica Vlorica di Buzau, Romania, già denunciata in passato per percosse e maltrattamenti (ad una persona stavolta) che con l’aiuto del figlio deteneva circa 18 cani.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti