Dar Ciriola asporto

Si può migliorare il sito del VII municipio?

La Commissione Trasparenza è convinta di sì, e dedica all'argomento l'intera seduta del 26 novembre
di Alessandro Moriconi - 30 Novembre 2009

Si può migliorare il sito web con cui il municipio 7 informa i cittadini delle sue attività? La Commissione Trasparenza è convinta di si, tanto da dedicargli l’intera seduta del 26 novembre 2009.

E’ la prima volta che in questa consiliatura la commissione presieduta dal consigliere Figliomeni non discute sul percorso di atti e su decisioni adottate non proprio trasparenti, come ad esempio è stato il caso di alcuni importanti lavori eseguiti nelle scuole in locazione che potrebbero aver reso un danno economico agli interessi comunali e di riflesso al contribuente.

Ci siamo resi conto ha dichiarato Figliomeni, che senza una capillare e corretta divulgazione delle informazioni al cittadino non sarà mai possibile ottenere una partecipazione attiva alle scelte che l’istituzione più vicina a lui adotta ed ecco perchè siamo giunti alla conclusione che sia indispensabile lavorare sul miglioramento e sulla completezza delle informazioni contenute nel sito web. Del resto ha detto ancora Figliomeni, questa esigenza risponde anche ad un impegno preso dal presidente Mastrantonio all’atto del suo insediamento, quando ebbe a dichiarare che avrebbe operato per far diventare il Municipio Roma 7  una casa di vetro ".

Alla commissione (presenti i consiglieri Rossetti, Mercuri, Ciocca, Di Biase e Marinucci) ha anche partecipato il dott. Pietro Ciotti responsabile del servizio Lan, il quale ha edotto i componenti della commissione delle possibilità del sito e delle difficoltà incontrate con i vari servizi per aggiornare con continuità le notizie da divulgare. Ad oggi ha dichiarato il dott. Ciotti la tecnologia di cui disponiamo è enorme ed è come se avessimo una Ferrari e la costringessimo a camminare su un viottolo di campagna.

Tutti i componenti presenti prima di decidere un calendario di incontri ad hoc hanno sottolineato l’importanza di mettere in rete il maggior numero di notizie possibili e su tutti i servizi erogati, che vanno dai lavori del consiglio (le uniche ad oggi disponibili ed aggiornate) alle determinazioni dirigenziali e delibere di giunta.

Quello dell’informazione è ritenuto da molti un punto cruciale per incrementare la partecipazione dei cittadini e in tutti municipi di Roma ci si muove in tal senso.
Ma basta andare sui singoli siti per accorgersi della parzialità dei servizi offerti e accorgersi che solo due municipi abbozzano il discorso di mettere in rete gli atti approvati dalle singole giunte (il 1° e l’11°) e tutti sappiamo come il potere reale passi attraverso questi atti e le determinazioni dirigenziali e non certo attraverso le logorroiche discussioni che avvengono nei consigli municipali.

In molti siti c’è comunque la volontà da parte dei municipi di interloquire con i cittadini e lo fanno dando, (come nel caso del 1°-2°-3°-5°-9°-15°-17°-19°-20°) la possibilità di accedere ad una mailing list o ricevere delle newsletter sul proprio sito o ancora di poter scrivere a presidenti o assessori.

La partenza della commissione su questo tema è sicuramente ottima, ma dove potrà arrivare è difficile prevederlo in quanto non si tratta di difficoltà economiche per migliorare il sitoweb esistente ma della volontà di far sapere a tutti come si muove e opera la macchina tecnico/amministrativa municipale.

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti