“Siamo sulla stessa barca”. Riflessioni a più voci a sei anni dal naufragio del 3 ottobre

Redazione - 11 Ottobre 2019

il 3 ottobre 2013 è avvenuto il naufragio al largo delle coste di Lampedusa una tragedia che costò la vita a 368 persone, e per ricordare tutti i rifugiati e migranti che continuano a morire nel Mar Mediterraneo e ai confini dell’Europa nel tentativo disperato di trovare salvezza e protezione.

Il 16 Ottobre alle ore 16.30 si terrà presso la Sala Consiliare “Piacentina Lo Mastr” del Municipio VIII il Via Benedetto Croce, 50 una iniziativa che cade nel momento in cui le traversate del Mar Mediterraneo sono diventate sempre più pericolose, nelle quali l’aumento del tasso di mortalità è costituito dalla riduzione della capacità di ricerca e soccorso al largo delle coste libiche.

Sarà un momento per capire come intensificare e far divenire più concreti gli sforzi per fornire vie legali d’accesso al territorio come i corridoi umanitari, il ricongiungimento familiare, il reinsediamento, i visti per motivi di studio o lavoro. Queste rappresentano alternative efficaci affinché le persone in fuga da guerre, violenze e persecuzioni, possano raggiungere un luogo sicuro senza dover ricorrere ai trafficanti e intraprendere viaggi così disperati e pericolosi.

L’iniziativa si terrà col seguente programma:

Saluti del Presidente Amedeo Ciaccheri e dell’Assessora Alessandra Aluigi

Interventi:

Carlotta Sani, Portavoce UNHCR per il Sud Europa

Francesca Cesarotti, Direttrice Ufficio educazione e formaizone di Amnesty International

Comitato 3 Ottobre

 

Mercoledi 16 Ottobre 2019 ore 16,30

Sala Consiliare Municipio VIII

Via Benedetto Croce 50


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti