Sicurezza: “Il Piano antistupri non è mai decollato”

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina
Redazione - 30 Gennaio 2019

“Chi non ricorda i provvedimenti annunciati da parte del Sindaco Raggi nel 2016 in materia di sicurezza per la città di Roma. Annunci fatti a seguito di uno stupro avvenuto presso il Parco del Colle Oppio, che sull’onda emotiva aveva portato l’Amministrazione pentastellata ad ergersi paladina delle donne, da quel momento purtroppo altri tristi fatti di cronaca si sono susseguiti in materia di violenze, che hanno visto protagoniste loro malgrado diverse donne. Si era parlato di telecamere nei punti strategici della città, annuncio sottolineato anche nel luglio scorso. Eppure ad oggi niente. La Giunta pentastellata aveva parlato anche di campagne di informazione e prevenzione da diffondere soprattutto nelle strutture ricettive dove passano diverse turiste, almeno questo prevedeva il piano antistupri, ma anche questo progetto non è decollato.

“Ed arriviamo all’ennesimo caso di violenza di ieri, dove una donna è stata assalita e molestata da un extracomunitario nel sottopasso della Stazione Ostiense. Come Fratelli d’Italia abbiamo presentato diversi atti, tra mozioni ed interrogazioni, contro la violenza sulle donne, in più abbiamo chiesto al Sindaco e agli Assessori competenti di attivarsi per mettere in campo tutte le azioni utili a scongiurare questi fatti, a cominciare dalle telecamere richieste più volte, al potenziamento della Polizia di Roma Capitale dotandola di mezzi ed uomini, oltre all’istituzione della Commissione capitolina sulla Sicurezza, in grado di dare indirizzi utili per arginare questo fenomeno, ma l’Amministrazione pentastellata non si è degnata di rispondere a queste nostre istanze. Intanto il tempo passa e altre donne sono costrette a subire inermi stupri ed aggressioni per una mancata volontà di chi governa la Capitale”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti