Sport  

Siena Lazio 3-0 nel posticipo di lunedì 18 febbraio 2013

Due punti in cinque partite, è crisi?
di Davide Sperati - 19 Febbraio 2013

La trasferta a Siena non è mai stata cosa facile per la capitolina Lazio e anche nel Monday night di questa giornata la squadra di Lotito è uscita con le ossa rotte. Dopo le ottime prove contro Napoli e Borussia, la formazione biancoceleste ha fatto tre passi indietro, proprio come le reti subite. Le assenze di Ledesma (squalificato) e di Mauri e Klose infortunati, si sentono eccome contro un Siena che sin dal ventesimo minuto si trovava a gestire la gara sul punteggio di due a zero con il minimo sforzo. Due cross a prima vista innocui diventano azioni killer per la difesa bianco celeste che sbanda sempre e comunque dall’inizio alla fine. 

Ma d’altronde cosa chiedere di più a una squadra che ha speso nel calciomercato estivo solo quattro milioni di euro (acquisto di Ciani) e seicentomila euro nel mercato di riparazione? Cavanda e Diakitè stasera facevano comodo, o come si dice spesso a Roma “erano boni come er pane” caro presidente Lotito. Lei spesso si crede il custode della verità, ma anche lei, magnifico, a volte può errare. Stasera Siena docet.

Primo tempo
Al 6′ Lazio già sotto. Rubin dalla sinistra mette in mezzo e Emeghara di testa, anticipa Ciani per l’uno a zero senese. La Lazio non c’è e al 22′ il Siena raddoppia con un bel goal di Rosina. Il suo guizzo alle spalle dell’addormentato Ciani è fulmineo e Marchetti non può nulla per evitare la seconda rete. Ancora bravo Rubin nel servire l’assist vincente.
Lo schieramento proposto da Petkovic non da i frutti sperati. Infatti la difesa a tre, proposta all’ultimo, causa forfait di Radu, sconvolge i piani del mister che con le due punte schierate in avanti non da segnali confortanti, anzi. Ciani inguardabile, colpevole su entrambe le reti subite più un Dias svogliato, fanno da spettatori non paganti al doppio vantaggio senese. Meno male che il mister, con tanto di coraggio, al trentesimo toglie il francese facendo entrare al suo posto il portoghese Pereirinha.
Il primo e l’unico tiro degno di nota della Lazio arriva al 29′ con una botta di Candreva dalla distanza, ben respinto da Pegolo.

Dar Ciriola asporto

Secondo tempo
Dopo quindici minuti di vuoto il Siena chiude il match. Biava in netto anticipo su Emeghara, si fa rubare il tempo e il lesto numero dieci bianconero anticipa Marchetti in uscita per il definitivo tre a zero.
Gli unici tiri in porta della Lazio sono di Hernanes al 77′, con una discreta punizione deviata sopra la traversa da Pegolo e una botta di Ederson dalla distanza, che ha scheggiato la traversa.

Ora appuntamento a Giovedì
Dopo questa brutta figura la Lazio è chiamata alla riscossa Giovedì, in casa contro il Borussia Monchengladbach. Il Siena ha fatto solo tre tiri nello specchio della Lazio e ha realizzato tre reti. La Lazio è apparsa stanca e sopratutto svogliata, dimostrando durante tutto l’arco dell’incontro poca cattiveria e concentrazione. Nelle ultime cinque partite di campionato la Lazio ha realizzato soltanto due punti su quindici, un ruolino non certo entusiasmante. Ultima osservazione: tutte le squadre che hanno giocato in Europa sono uscite sconfitte dall’odierno turno di campionato.

Lazio
Marchetti 5,5. Esente da colpe particolari.
Biava 5,5. Anche lui ci mette lo zampino nella sconfitta.
Ciani 4,5. In bambola dal primo al trentesimo minuto quando Petkovic lo toglie. (Dal 30′ Pereirinha 5,5. Buona tecnica ma da rivedere).
Dias 5. Stanco ma almeno non commette falli da rigore.
Gonzalez 5,5. Orfano di Ledesma non incide sulla partita.
Konko 5,5. Poco in mostra sulla fascia destra.
Candreva 6. L’unico tiro del primo tempo porta la sua firma. (Dal 66′ Saha 5,5)
Hernanes 6. Fa quel che può in mezzo al campo. Si rende pericoloso con una punizione nel finale.
Lulic 5,5. In calo rispetto alle precedenti uscite.
Floccari 5,5. Dopo diverse gare in cui è andato a segno, stasera soffre. (Dal 77′ Ederson)
Kozak 5. Il ragazzo è più importante in campo europeo che in quello italiano.

Siena
Pegolo 6,5
Teixeira 6
Terlizzi 6,5
Felipe 6,5
Belmonte 6
Della Rocca 6
Vergassola 6
Rubin 7
Rosina 7 (Dal 78′ Bolzoni sv)
Sestu 5,5 (Dal 59′ Valiani 6)
Emeghara 7,5 (Dal 75′ Bogdani sv)

Arbitro
Giannoccaro 7
Al 10′ ci stava l’ammonizione per Ciani ma non quella al 16′ 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti