Sinistra Italiana X Municipio: Caos Roma Lido. Urge cabina di regia Roma Capitale e Regione Lazio per gestire la linea nei prossimi mesi 

Redazione - 20 Agosto 2021

“Non si possono abbandonare i pendolari al loro destino. Probabilmente il dossier sulla ferrovia Roma Lido sarà il primo vero test per il prossimo Sindaco della Capitale. E’ vero che la gestione passerà alla Regione Lazio ma questa transizione si completerà solamente a Gennaio 2022. Un tempo troppo lungo visti i disservizi che già oggi gravano sulle spalle degli utenti e dei lavoratori. La previsione  di un servizio della Roma Lido contingentato fra Lido Centro e Magliana, pesantemente ridotto in termini di treni disponibili, con le conseguenze che si possono ben immaginare anche in termini di assembramenti e quindi aumento del numero di contagi da covid-19, fa tremare i polsi. Non va dimenticato che fra poche settimane si tornerà a pieno regime in termini di attività lavorative e di attività scolastiche. Una sovrapposizione di effetti che può sfociare in situazioni al limite del disordine pubblico. Per questi motivi auspichiamo l’immediata convocazione di una cabina di regia fra Roma Capitale e Regione Lazio per la gestione della linea ferroviaria nei prossimi mesi”.

Così Marco Possanzini, Segretario Sinistra Italiana X Municipio

“Oltre – prosegue Possanzini – alle intenzioni manifestate da Roma Capitale, mai concretizzate, e alcune promesse fatte dalla Regione Lazio relativamente all’avvio di alcuni interventi sull’infrastruttura ferroviaria della Roma Lido, c’è il nulla più totale. Non va sottovalutato il fatto che in questi mesi di campagna elettorale, dove Comune di Roma e Regione Lazio si rimpalleranno ogni tipo di responsabilità, avverrà il progressivo passaggio di consegne da ATAC ad ASTRAL e cioè la cessione della gestione della Roma Lido dal Comune di Roma alla Regione Lazio. Se ASTRAL subentrerà ad ATAC solamente nel Gennaio 2022, cosà succederà il questo lasso di tempo? Chi si occuperà di organizzare gli eventuali servizi bus sostitutivi per il completamento della tratta della Roma Lido “mozzata”? In questi ultimi anni di gestione della linea, in carico quindi a Roma Capitale, non sono stati nemmeno eseguiti gli interventi di manutenzione ordinaria sui convogli ferroviari determinando quasi l’azzeramento del numero dei treni a disposizione. Ad oggi sono solamente tre i treni disponibili. Di questo passo la linea Roma Lido rischia di essere chiusa. Con responsabilità e senso del dovere, Roma Capitale e Regione Lazio smettano le schermaglie e si attivino per costituire una cabina di regia, una vera e propria unità di crisi, per gestire una ferrovia fondamentale per la vita dei cittadini. E’ il momento della responsabilità, di tutta la responsabilità possibile”.

Pubblicità elettorale Regionali 2023

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti