Smog. Benvenuti: “Probabile ennesimo provvedimento inutile per martedì 14 gennaio”

Il presidente di Ecoitaliasolidale. "Record di smog a Roma e addirittura centraline fuori uso" 
Redazione - 12 Gennaio 2020

“A seguito del protrarsi dei livelli inquinanti fuori controllo nell’intera Capitale, martedì 14 gennaio si rischia un blocco più restrittivo per tutti i Diesel fino ad Euro 6. I dati di Arpa Lazio riportano uno sforamento in 9 centraline su 11 disponibili, due a Roma sono addirittura fuori servizio, un fatto gravissimo in questa situazione di criticità, rispetto al valore massimo tollerato di Pm10. Oltre i limiti i valori segnati ad Arenula,
Preneste, Corso Francia, Magna Grecia, Villa Ada, Bufalotta,  Cipro, Tiburtina e Malagrotta.

“È quanto dichiara in una nota Piergiorgio Benvenuti, Presidente del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale. Da tempo stiamo sostenendo che la qualità dell’aria nella Capitale, al pari della gestione dei rifiuti e la manutenzione delle aree verdi, è
pessima, con un danno enorme sia di carattere ambientale che per la salute dei residenti e di chi vive e frequenta la città. Roma per la prima volta risulta fra le peggiori città italiane, ed esattamente al quarto posto tra i capoluoghi con le maggiori concentrazioni di No2. Non va troppo meglio proprio per le polveri sottili, mentre per la
presenza dell’Ozono (O3) solo Frosinone nel Lazio riesce a fare peggio.

“Noi proseguiamo a sostenere che il semplice  blocco del traffico domenicale o di alcune giornate  rappresenta un provvedimento demagogico e lontano da soluzioni ecologiche che produce solamente un danno ai cittadini, al commercio, al turismo e all’economia della Capitale. Le uniche soluzioni adottate dall’Amministrazione, le giornate dedicate al blocco delle auto,  non hanno fatto registrare  nessun risultato positivo per quanto riguarda l’inquinamento.  Ad oggi vi è il peggioramento complessivo del servizio dei mezzi del trasporto pubblico, come dei disservizi della metropolitana , che avrebbero dovuto invece, se potenziati adeguatamente, disincentivare l’utilizzo
dei mezzi privati e quindi incidere sul grado di inquinamento.

“Oltre a potenziare car pooling e car sharing e rendere in sicurezza le piste ciclabili, sarebbe opportuno programmare il trasporto fluviale, posizionare adeguate colonnine di ricarica per le auto elettriche, sollecitare un maggior intervento da parte del Mobility Manager di Roma ed un effettivo tavolo con i Mobility Manager delle maggiori
aziende presenti nella città. È il momento di cambiare passo -conclude Benvenuti- evitare inutili disagi, promuovere ogni iniziativa per incidere positivamente sulla
salute dei cittadini e sulla qualità ambientale della Città.”

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti