Sociale: “Adeguare Piano cittadino senza polemiche e scaricabarile”

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina
Redazione - 19 Maggio 2020

“Che il piano sociale dell’Amministrazione pentastellata sia inadeguato per non dire superato è una realtà ma che si continui a negare questa evidenza è da stolti. E non siamo noi a dirlo, ma le tante famiglie che si trovano ogni giorno a convivere con questa realtà, fatta di servizi sociali al di sotto della mediocrità. Infatti, non dobbiamo dimenticare che questo piano è basato su dati degli anni 2016-2017, che tra l’altro non tengono conto della situazione emergenziale dettata in questi mesi dal Coronavirus. La seduta della Commissione Politiche Sociali che si è tenuta oggi ha dimostrato quello che già sapevamo, ovvero la completa inadeguatezza del M5s a gestire un settore così delicato che tocca la sfera intima e personale di molte persone, che in questo periodo si sono trovate ulteriormente abbandonate dalle Istituzioni.

“Basta a questi continui rimpalli di responsabilità tra Comune e Regione, non ci interessano le sterili polemiche tra 5 Stelle e Pd ma aspettiamo dei fatti concreti volti alla risoluzione delle esigenze di chi convive con grandi difficoltà. Abbiamo inoltre notato che nel piano sociale, quando si parla di stanziamenti aggiuntivi per i disabili gravissimi, si fa menzione dei malati di Sla, dimenticando i malati di Sma e di tutte le altre molteplici malattie rare, errore gravissimo nei confronti di chi ci convive, che in questo modo viene considerato come un cittadino di serie B. Auspichiamo che la Giunta pentastellata riveda le sue posizioni attraverso delle integrazioni ad hoc a questo documento, in grado di dare risposte immediate e precise attraverso l’ascolto dei rappresentanti delle varie realtà del mondo del sociale”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti