Farmacia Federico consegna medicine

Sono un Consigliere dell’opposizione ed oggi tocca a me

Si rifanno le strisce in via Manfredonia al Quarticciolo, ma erano così urgenti o solo 'raccomandate'?
di Alessandro Moriconi - 24 Marzo 2009

Circa un mese fa Abitarearoma segnalava che in via Domenico Panaroli (dove abitano due consiglieri della maggioranza) erano state rifatte le strisce di attraversamento pedonale in base ad una determinazione dirigenziale su richiesta dell’Assessore alla viabilità Santino D’Ercole.
Sottolineammo che i lavori in questione non sembravano prioritari rispetto ad altre analoghe situazioni e che la scelta era stata determinata solo da una discrezionalità… dettata dal fatto (mai smentito) che la cosa interessava ad un paio di consiglieri eletti magari grazie alle preferenze raccolte proprio dagli abitanti di quella strada.

L’opposizione non ha avuto nulla da ridire in proposito. Perché?

Il VII Municipio, si sa,  è come un piccolo paese… e  la gente mormora, e le cose si sanno subito.

Ed ecco spiegato il perché. Lunedi 23 marzo mattina una telefonata ci segnala che anche in via Manfredonia stanno rifacendo le strisce.

La cosa rientrerà in un normale programma per la manutezione della segnaletica orizzontale (strisce) abbiamo pensato. Ma poi un’altra telefonata ci chiede se lo stesso intervento era previsto anche per le altre strade del quartiere, come via Molfetta, via Ostuni lato sinistro, via Cerignola e via Ascoli Satriano.

A questo punto, memori di quanto era accaduto in via Domenico Panaroli e visto che nel Municipio Roma 7 sono centinaia le strade, gli incroci, le scuole, prive di strisce o rese invisibili dal tempo, abbiamo fatto una breve indagine e, con sorpresa, abbiamo scoperto che al Quarticciolo non verranno effettuati altri interventi e che in via Manfredonia ci abita, guarda caso, un consigliere dell’opposizione e che in quella zona (solo quella) ha fatto il pieno di preferenze.

Intendiamoci, non pensiamo che perché su una strada dei nostri quartieri ci abiti un "politico" quella strada debba essere per questo penalizzata. Riteniamo però che non debbano essere penalizzate quelle strade e quelle situazioni che sono prive del "santo in paradiso" ed è per questo che gli interventi devono essere programmati, secondo urgenza e priorità.

L’articolo del 16 febbraio per le strisce di via Panaroli era intitolato: "Sono un Consigliere… quindi posso". Quello di oggi 24 marzo per via Manfredonia: "Sono un Consigliere dell’opposizione ed oggi tocca a me".

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti