“Sostenere le imprese dei nidi convenzionati”

Lo chiede Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina
Redazione - 6 Aprile 2020

“Il preoccupante scenario epidemiologico non consente di sapere quando avverrà la riapertura delle scuole e purtroppo tutto l’indotto del settore, compreso i servizi educativi per l’infanzia dei nidi privati convenzionati sta subendo delle forti ripercussioni economiche. Abbiamo presentato un’interrogazione chiedendo specifiche ed urgenti misure per queste piccole imprese perché quelle messe in atto dal Governo sono prevalentemente rivolte ad educatori con contratti pubblici o che lavorano in grandi cooperative, tralasciando tutte quelle piccole realtà private che vanno a supplire alla forte richiesta non esaudita dal settore pubblico, che non riesce a coprire il fabbisogno territoriale. Un comparto composto prevalentemente da micro e piccole imprese, per lo più giovanili e femminili, che vedrebbero così perdere il loro posto di lavoro oltre al fatto che sebbene questi luoghi siano al momento chiusi le spese quali utenze, locazioni, tasse e imposte varie continuano a correre.

“Dei 26.500 bambini che frequentano i nidi della Capitale, circa la metà sono accolti in strutture convenzionate o in concessione e da privati, ragion per cui occorre che Raggi e compagni si attivino anche presso il Governo e la Regione per salvaguardarle. Infatti solo attraverso un sostegno concreto queste imprese potranno sopravvivere, portando un contributo importante a tutte quelle famiglie che altrimenti non potrebbero soddisfare la loro richiesta, il tutto attraverso l’erogazione di contributi economici che siano proporzionali alle rette non incassate”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.

Fresco Market
Fresco Market

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti