Municipi: , | Quartiere:

Sparatoria all’Eur: tentata rapina si trasforma in tragedia

Sul posto la polizia di Stato e il personale del 118

Una rapina finita in tragedia a Roma ha lasciato due feriti, uno dei quali in condizioni critiche. Il drammatico episodio si è svolto all’Eur, nel parcheggio del Novotel in viale dell’Oceano Pacifico.

Poco dopo la mezzanotte tra il 25 e il 26 giugno, colpi di pistola hanno squarciato il silenzio della notte, accompagnati da urla strazianti. La vittima principale è un imprenditore di 55 anni, che ora lotta per la vita dopo essere stato ferito mentre difendeva un’amica da una rapina. L’assalitore è un uomo di 47 anni.

Il personale dell’albergo, estraneo ai fatti, ha subito chiamato i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i medici del 118 e gli agenti della polizia di Stato, trovando due uomini in un lago di sangue e una donna sotto shock.

L’imprenditore, colpito all’addome, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale San Camillo, dove versa in condizioni gravissime. L’aggressore, ferito a una gamba, è stato anch’egli portato in ospedale in codice rosso.

La polizia della squadra mobile ha avviato le indagini. Le prime ricostruzioni suggeriscono che la rapina sia sfociata in violenza. Testimonianze indicano che il 47enne abbia cercato di rapinare l’imprenditore e la sua amica.

I due non erano ospiti del Novotel. Stavano chiacchierando quando sono stati avvicinati dal 47enne, noto alle forze dell’ordine. L’uomo ha strappato una collana d’oro alla donna e una collana e un orologio all’imprenditore, minacciandoli con una pistola. L’imprenditore ha reagito, scatenando una colluttazione durante la quale sono stati esplosi i colpi di pistola.

Gli investigatori stanno vagliando l’ipotesi e hanno interrogato il 47enne, ancora in ospedale, con l’intenzione di risentirlo nelle prossime ore. Sul luogo del crimine è intervenuta anche la polizia scientifica.

Non si esclude che l’aggressore avesse dei complici in attesa fuori dal parcheggio. Oltre ai rilievi, sono state acquisite le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona e dell’albergo, per individuare eventuali movimenti sospetti.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento