Sport: “Bandi assenti e ritardi inaccettabili”

Lo dichiarano gli esponenti di Fratelli d’Italia Francesco Figliomeni e Alessandro Cochi
Redazione - 20 Giugno 2019

“Lo sport a Roma continua a subire le conseguenze negative dell’improvvisazione a 5 stelle visto che, purtroppo, i bandi o non vengono espletati o nei pochissimi casi in cui sono stati promossi stanno subendo inaccettabili ritardi che comportano disagi all’utenza e danni alle società che attendevano risposte tempestive dall’amministrazione.

È il caso per esempio dell’impianto sportivo capitolino per il nuoto, sito in via Taverna, dove regna l’incertezza relativa all’assegnazione della struttura con ritardi inspiegabili e richieste alle società di ulteriori documenti, che stanno notevolmente aggravando il procedimento amministrativo. Tra l’altro, a causa del colpevole immobilismo della giunta pentastellata, tutto lo sport a Roma sta vivendo un periodo molto negativo visto che, a parte il caos creato intorno alle opache procedure per la costruzione dello stadio della Roma e le incertezze relative all’ippodromo delle Capannelle, allo stadio Flaminio e tanti altri, molti impianti sportivi presentano concessioni scadute e in scadenza senza che la giunta Raggi abbia creato quella cabina di regia per superare le criticità segnalate dagli uffici determinando gravi situazioni di incertezza sia nell’utenza sportiva cittadina che nei concessionari. Sulla questione abbiamo predisposto una specifica interrogazione al Sindaco per incalzare l’amministrazione ed ottenere le risposte che attende la collettività“.

Lo dichiarano gli esponenti di Fratelli d’Italia Francesco Figliomeni, vice presidente dell’Assemblea Capitolina, e Alessandro Cochi,  responsabile sport FdI Roma.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti