Sport Roma – Bonessio (EV): approvata la modifica al Regolamento degli impianti sportivi comunali per promuovere la parità di genere

Redazione - 21 Giugno 2022

“Un significativo passo in avanti è stato compiuto quest’oggi in fatto di parità di genere grazie all’approvazione da parte dell’Assemblea Capitolina della proposta di modifica dell’art.10 del vigente Regolamento degli impianti sportivi di proprietà comunale secondo cui potranno partecipare ai bandi pubblici promossi dall’Amministrazione quelle società che promuovono la partecipazione femminile, tanto alle attività sportive quanto ai quadri dirigenziali societari” così in una nota il Presidente della Commissione Sport di Roma Capitale, prof. Ferdinando Bonessio, firmatario della proposta di deliberazione n.24/2022 approvata in Consiglio Comunale.

“Grazie alla proposta, a cui hanno contribuito anche la Presidente della Commissione Pari Opportunità, Michela Cicculli ed il Presidente della Commissione Roma Capitale, Riccardo Corbucci qualsiasi sodalizio sportivo che ambisce a diventare concessionario di un impianto sportivo del Comune di Roma, dovrà prevedere nei propri statuti criteri di partecipazione che rispettino la parità di genere. L’individuazione di operatori, dirigenti, allenatori e qualsiasi altra figura professionale prevista all’interno di queste società dovrà avvenire senza alcun tipo di preclusione relativamente al genere di appartenenza ma solo sulla base delle competenze e delle capacità di ciascun candidato e candidata nel pieno rispetto dei principi costituzionali, della Carta europea dello sport e del D.Lgs. n.36 del 2020 “Riforma disposizioni enti sportivi” in cui all’art. 3 comma 2 dispone che i sodalizi sportivi promuovano le pari opportunità. Il raggiungimento dell’uguaglianza uomo-donna nello sport passa anche attraverso l’effettiva partecipazione e la leadership femminile a tutti i livelli delle organizzazioni sportive. Roma Capitale oggi ha voluto fare la sua parte nel percorso del superamento delle disparità di genere che rappresentano uno dei maggiori ostacoli allo sviluppo civile e sostenibile di una comunità”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti