Dar Ciriola asporto

Stamperia clandestina al Casilino 900

Due pregiudicati di origine slava clonavano documenti all'interno di una baracca del campo. Denunciati
di Maria Giovanna Tarullo - 5 Ottobre 2009

Foto da "Il Corriere sella Sera"

Il Casilino 900, ormai descritto come uno dei più grandi campi nomadi d’Italia torna a far parlare di sè. Questa volta non per le cattive condizioni igienico sanitarie o per un imminente sgombero da parte dell’amministrazione Alemanno, ma a causa di una grave truffa a scapito dello Stato.

All’interno del campo nomadi i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro, con la collaborazione dei militari della Compagnia Roma Casilina, hanno scoperto una vera e propria stamperia clandestina, gestita da due cugini di origine slava, di 29 e 24 anni,  in grado di fornire documenti falsi di origine croata agli stessi abitanti del campo.
I due slavi nascondevano nella loro baracca le attrezzature idonee alla manifattura dei documenti, come un potente computer collegato ad una stampante, uno scanner, un cd-rom contenente immagini fronte-retro di documenti romeni, carta plastificata per la riproduzione dei documenti, un plastificatore, una carta di identità croata contraffatta pronta per essere utilizzata e vario materiale di cancelleria utile alla riproduzione dei documenti. 
mascherare i due truffatori è stato proprio un loro cliente, che evaso dagli arresti domiciliari proprio in via Casilina, ha mostrato alle Forze dell’Ordine una carta di identità "di buona fattura", ma ha evidentemente insospettito i carabinieri.

Il materiale è stato sequestrato e i due nomadi sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per ricettazione e falsificazione di documenti. Il comandante dei carabinieri della compagnia Roma centro ha spiegato: "Riteniamo che i due denunciati siano il punto di riferimento per la produzione di documenti falsi nella comunità dell’Est che vive a Roma". Il materiale contraffatto è di buona qualità e ora stiamo verificando il numero delle carte d’identità e patenti riprodotte che venivano utilizzate per eludere i controlli".
 

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti