Stazione Tiburtina: intitolato l’atrio ai deportati del 16 ottobre del 1943

La richiesta avanzata dalla Comunità Ebraica accolta da Roma Capitale
di Federico Carabetta - 29 Gennaio 2013

La proposta di intitolare l’atrio della nuova stazione Tiburtina ai deportati del 16 ottobre del 1943, è stata avanzata dalla Comunità Ebraica di Roma, e il Sindaco di Roma Capitale Gianni Alemanno con l’Amministrazione capitolina l’ha fatta propria.Si è subito espresso favorevolmente alla proposta attivandosi in prima persona affinché “chiunque transiti per una stazione così strategica per Roma, città medaglia d’oro per la resistenza, non dimentichi quell’orrore". 

Il 16 ottobre 1946 ricorda la data della deportazione degli ebrei romani che, con un convoglio ferroviario partito proprio da questa stazione, in più di mille furono trasportati al luogo del martirio, ad Auschwitz, tra inenarrabili sofferenze per non fare più ritorno nei luoghi di origine. Soltanto 16 di questi si salvarono, ma nessuno degli oltre 200 bambini deportati. 
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti